Home > COMUNICATI STAMPA > Favole sotto gli alberi

Da: Il baule volante

Favole sotto gli alberi
Nico c’era un amico apre la rassegna allo Spazio Grisù.

La quindicesima edizione della rassegna estiva di Teatro per Bambini e Famiglie Favole sotto gli Alberi si aprirà, sabato 20 luglio alle ore 21,15 presso Factory Grisù (Ferrara, via Poledrelli, 21 – ex caserma dei vigili del fuoco), con lo spettacolo: “Nico cerca un amico” della compagnia cittadina che organizza la rassegna, Il Baule Volante : un lavoro divertente ed emozionante, incentrato sul tema dell’amicizia, della diversità e dell’amicizia nella diversità, ovvero ui temi cruciali della poetica della compagnia cittadina che ha dedicato i suoi 25 anni di storia e di lavoro al Teatro Ragazzi.

“Nico cerca un amico” è uno spettacolo piccolo, pensato per i piccoli, che racconta una storia piccina piccina ma tenera e ricolma di poesia, come solo le cose piccole possono fare.
La storia narrata è quella di Nico: Nico è un topolino felice. Ha una bella casa, gli piace giocare con i suoi amici topi, mangiare, dormire, passeggiare.
Un bel giorno, però, scopre di non aver più voglia di giocare, e nemmeno di mangiare o di dormire… Ha voglia di cercare un nuovo amico, un amico speciale: un amico diverso da lui. E allora parte alla ricerca. Esce di casa e incontra tanti animali, tutti diversi, alcuni grandi, altri piccoli, altri addirittura piccolissimi. Alcuni anche pericolosi! A tutti offre la sua amicizia, ma… scopre ben presto che non è così facile trovare un amico diverso…

Il tema principale di questo spettacolo, ispirato alla fiaba dell’autore tedesco contemporaneo Matthias Hoppe, è quello caro, da sempre, alla poetica del Baule Volante: la diversità, affrontata in primo luogo in uno dei suoi aspetti più problematici, vale a dire la difficoltà che spesso si incontra nel confronto con il prossimo, specie se diverso da noi.
Il racconto vuole mostrare come sia necessario un atteggiamento di apertura verso l’altro da sé, anche se qualche volta può portare a delusioni e a momenti di sconforto. La storia mostra come spesso siano i pregiudizi a veicolare l’approccio di taluni verso il diverso, a come spesso si tratti di pregiudizi assurdi, che portano solo all’esclusione e ad una sofferenza senza senso.
Ma ci dice anche che grandi insegnamenti e tesori insperati aspettano chi ha un cuore aperto e desideroso di conoscere.

La tecnica teatrale utilizzata principalmente nello spettacolo è quella del teatro di figura mediante pupazzi in gommapiuma e la naturale simpatia e familiarità che riescono ad instaurare con i bambini. I pupazzi interagiscono con gli attori in scena, i quali fungono da trait d’union col pubblico, interpretando, di volta in volta, anche alcuni altri personaggi. I protagonisti della storia sono tutti “animali parlanti” che, da sempre, nei racconti e nelle fiabe, rappresentano il veicolo d’eccellenza per comunicare ai bambini concetti, valori ed esperienze mentre, ai due capi della storia, due piccole sorprese musicali sorprenderanno piacevolmente il pubblico dei piccoli.

Lo spettacolo, che è gradevolissimo anche per il pubblico degli adulti, si rivolge a tutti i bambini dai 3 agli 8 anni.

In caso di maltempo lo spettacolo sarà realizzato al coperto, presso la Sala Macchine dello spazio Grisù.

La rappresentazione si svolgerà alle ore 21,15.
L’ingresso è di € 5,00 per i bambini e di € 6,00 per gli adulti.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi