Home > COMUNICATI STAMPA > Ferrara apre le porte la mondo grazie ad Intercultura

Ferrara apre le porte la mondo grazie ad Intercultura

Tempo di lettura: 4 minuti

Da ufficio stampa intercultura

Dal 17 al 25 marzo una delegazione di 8 studenti stranieri sarà ospite presso le famiglie e le scuole superiori di Ferraraper uno scambio culturale su usi e costumi dal mondo, organizzato dai volontari del Centro locale di Intercultura di Ferrara.

Sono otto tra il migliaio di studenti provenienti da tutto il mondo accolti da una famiglia italiana per periodo che può variare dall’anno scolastico al mese estivo.Questi adolescenti stanno studiando in una nostra scuola, imparando non solo la nostra lingua, ma soprattutto la nostra cultura, i nostri usi e i nostri costumi. Durante la “settimana di scambio” arriveranno da diversi centri locali di Intercultura posti in altre regioni italiane: Aino dalla Finlandia, Zihao dalla Cina, Channing dagli Stati Uniti, Szilvia dall’ Ungheria, Jonas e Victoria dalla Danimarca, Nur dall’ Indonesia e Paola dal Messico. Ad accompagnarli saranno degli chaperon molto speciali, 4 studenti stranieri che da settembre stanno vivendo a studiando a Ferrara e nella sua provincia: Carlos Mateo dalla Colombia, Adrienn dall’Ungheria, Yuanshu dalla Cina e Yanisa dalla Thailandia.

Denominatore comune del fitto programma di attività e incontri è quello di andare alla scoperta dell’identità italiana, vista attraverso gli occhi nuovi di giovani studenti stranieri che stanno imparando a conoscere la nostra cultura al di là degli stereotipi e dei pregiudizi che ingabbiano ogni cultura, prima che venga conosciuta.

Difatti il programma studiato dai volontari di Intercultura di Ferrara, dal titolo “Terra per sostenere la terra”, prevede la frequenza a scuola attraverso un percorso strutturato in collaborazione con il liceo delle Scienze Umane Carducci e il liceo Artistico Dosso Dossi,conmomenti di riflessione sull’educazione alla mondialità ispirati ai temi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Sono, inoltre, previste visite alla scoperta delle peculiarità del territorio: i ragazzi saranno ospitati dalla Contrada di San Giorgio, andranno in bicicletta lungo le mura di Ferrara, visiteranno Venezia, Bologna e le valli di Argenta con il suo EcoMuseo.

Inoltre, il 23 marzo alle ore 14.30 presso la sala del Consiglio Comunale ci sarà un incontro con il Vice Sindaco Maisto e il capo ufficio stampa del comune di Ferrara Alessandro Zangara per riflettere sull’utilizzo da parte dei giovani dei diversi mezzi d’informazione e sulla libertà di stampa in diversi paesi del mondoin un’ottica di educazione alla mondialità. Lo scopo dell’incontro è di dare ulteriore significato alle attività della settimana facendo porgere il benvenuto agli ospiti da parte di un’Autorità civile del territorio che crede fortemente nell’investimento sulla formazione internazionale dei giovani, riconoscendo l’importanza che questa esperienza di vita e di studio all’estero ha nel bilancio della formazione personale di chi ha affrontato un anno all’estero lontano da casa, non solo sul piano delle lingue e delle competenze pratiche, ma anche e soprattutto nella capacità di affrontare al meglio le difficoltà e le sfide del mondo dello studio e del lavoro. I ragazzi e le ragazze di Intercultura avranno così modo, anche solo presentandosi, di esprimere la gratitudine per l’ accoglienza che questo territorio riserverà loro durante la settimana.

Questo progetto rientra nell’ambito dellenumerose attività promosse dal gruppo di volontari di Ferrara dell’Associazione InterculturaOnlus che dal 1955 è attivamente impegnata all’educazione alla mondialità inviando all’estero ogni anno centinaia di studenti italiani e accogliendone altrettanti in Italia, provenienti da tutti e 5 i continenti. Altre importanti protagoniste di questi “incontri che cambiano il mondo” saranno lefamiglie della zona che hanno dato la disponibilità a condividere con questi giovani ambasciatori del mondo un po’ della propria quotidianità. Saranno loro, grazie alla curiosità di vivere un’esperienza nuova e stimolante, l’elemento principale di arricchimento di questi giorni all’insegna dell’interculturalità, senza il filtro degli stereotipi.Questa settimana di didattica interculturale darà il via alla nuova campagna di accoglienza anche in quest’area. Infatti i volontari locali sono anche quest’anno alla ricerca di famiglie che accettino la sfida di accogliere il mondo in casa e imparare dalle diversità culturali anche senza spostarsi da casa.

Per ricevere maggiori informazioni sul programma della Settimana di scambioe sulle attività di Intercultura è possibile contattare Alessandra Cuccati,responsabile dell’ospitalità dei ragazzi stranieri del Centro locale di Ferrara all’indirizzo mail acuccati@hotmail.itoppure visitare il sito dell’Associazione all’indirizzo www.intercultura.it.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi