Home > COMUNICATI STAMPA > Ferrara: bilancio previsione

Ferrara: bilancio previsione

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Comune di Ferrara.

Il bilancio che abbiamo approvato oggi con grande senso di responsabilità, in piena emergenza sanitaria, permette di dare alle famiglie e alle imprese il sostegno e gli sgravi fiscali che avevamo promesso. Certamente dovrà essere rivisto, quando l’emergenza sarà terminata, ma non verremo meno agli impegni assunti con le famiglie e le imprese ferraresi”. Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, ha commentato il voto del Consiglio comunale che ha approvato il Bilancio di Previsione del Comune di Ferrara.

Grazie alle misure messe in campo la tassazione sarà ridotta di per 700.000 euro all’anno sarà azzerata la Tasi sui fabbricati rurali strumentali (- 195.000 euro) e ridotta l’aliquota imu terreni agricoli da (- 315.000 euro), mentre le altre aliquote sono rimaste invariate- spiega il sindaco -. Abbiamo messo mano all’imposta sulla pubblicità a favore dei piccoli esercizi (-41.000 euro) e abbiamo ridotto del 30% gli oneri sui dehors dei locali (-27.000 euro), esentato dalla cosap i passi carrai arginali (- 80.000 euro pagavano doppio a regione e comune) e per recuperare risorse abbiamo riorganizzato la macchina comunale (- 650.000 euro).

Per le imprese del territorio il Bilancio prevede un maxi piano per le imprese: 900.000 euro in tre anni per piccole imprese e attività commerciali da erogare attraverso bandi, mentre per il turismo abbiamo previsto 450.000 euro in tre anni bando per la promo commercializzazione.

“E’ evidente che a fronte della situazione che stiamo affrontando si tratta di soluzioni che andranno riviste, nei prossimi mesi, con la collaborazione e il contributo di tutti, di tutte le forze politiche, della Camera di Commercio, delle Associazioni delle Imprese, delle organizzazioni sindacali – spiega il sindaco -. L’obiettivo sarà individuare provvedimenti aggiuntivi di sostegno delle imprese cittadine, garantendo ancor più di quanto previsto il rilancio dell’occupazione e puntellando il welfare cittadino per dare risposte adeguate a nuove esigenze”.

Invariati dall’approvazione del documento, restano anche il sostegno alle scuole (450.000 euro in più rispetto al passato, contributo totale 5 milioni di euro), agli studenti (294.000 euro di incentivi sulla mobilità sostenibile). Il piano triennale delle opere pubbliche prevede investimenti complessivi per 55 milioni di euro, tra cui 900.000 euro per 1km all’anno di manutenzione delle mura cittadine. Gli investimenti sulla sicurezza:ammontano a 2.242.000 euro in più rispetto a quelli previsti e comprendono l’operazione parchi sicuri, la nuova caserma, armi e giubbotti e telecamere, strumenti atti a garantire l’avvio del quarto turno.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi