Home > COMUNICATI STAMPA > Ferrara chiama l’Emilia Romagna

Ferrara chiama l’Emilia Romagna

Tempo di lettura: 3 minuti

da: Consorzio Visit Ferrara

Unire conoscenze e competenze degli operatori locali per rendere ancora più semplice visitare l’intera regione: il consorzio Visit Ferrara ha aderito all’iniziativa “Emilia Romagna Welcome”.

Andare incontro alle esigenze dei visitatori, aiutandoli ad orientarsi nell’ampia offerta di servizi della regione e, al contempo, fare rete con gli operatori del settore turistico emiliano-romagnolo: con questo obiettivo il consorzio Visit Ferrara ha firmato l’accordo per creare, insieme ad altre 15 importanti realtà regionali, “Emilia Romagna Welcome”. Attingendo a piene mani da quella saggezza antica e popolare per cui “l’unione fa la forza”, il consorzio ha scelto di aderire a questa importante iniziativa che lega le società di gestione degli uffici di informazione ed accoglienza turistica dell’Emilia Romagna.
«Grazie a questa rete di imprese – spiega il presidente del consorzio Visit Ferrara, Franco Vitali – il turista ha a disposizione l’intera regione ma con il bagaglio di conoscenze e competenze dei numerosi operatori locali, che da anni lavorano sul territorio, dando risalto alle peculiarità di ogni singola area regionale. Welcome Emilia Romagna è molto più di un insieme di uffici per informazioni turistiche: è un’iniziativa che crea importanti sinergie nel settore del turismo della nostra regione».
Al centro del contratto di rete è stato posto lo sviluppo delle società aderenti, attraverso la diffusione dei loro servizi, il miglioramento del livello qualitativo e tecnologico. Così anche gli oltre 80 operatori del territorio ferrarese raggruppati dal consorzio Visit Ferrara avranno strumenti sempre più efficaci per la promozione delle loro attività.
«Abbiamo utilizzato questo nuovo strumento giuridico – dichiara il presidente di “Emilia Romagna Welcome” Gianluca Bagnara – che ci consente, pur nelle rispettive autonomie gestionali, di non appesantirci di ulteriori costi e di cogliere le opportunità di una metodologia di lavoro che condivide e utilizza le diverse esperienze e le buoni prassi sviluppate nei diverse territori».
L’iniziativa è stata salutata con entusiasmo anche dalla Regione. «Questa iniziativa – commenta l’assessore regionale al turismo Andrea Corsini – nasce dai singoli territori e coinvolge l’Emilia Romagna intera. La Regione sosterrà questo progetto di rete, esempio unico nel panorama nazionale».
Insieme al consorzio Visit Ferrara, le società che hanno aderito sono in questa prima fase: Ravenna Incoming Convention & Visitors Bureau, Cervia Turismo srl, Gesturist Cesenatico SpA, Turismhotels soc.coop. Bellaria Igea Marina, Rimini Reservation srl, Promhotels soc.coop. Riccione, Cattolica Hospitality, Società d’area di Terre di Faenza, Consorzio turistico Cesenate, Bologna Welcome srl, soc. consortile CO.GE.TUR Comacchio, Modena tour soc. consortile a r.l., Terre Francigene e Piacentine, il consorzio Strada dei Vini dei Sapori dei colli riminesi, e la società di autotrasporti Bonelli BUS.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi