Home > COMUNICATI STAMPA > Ferrara città aperta riempe di festa i Giardini del Grattacielo

Ferrara città aperta riempe di festa i Giardini del Grattacielo

Grattacieli-ferrara

Da: La Città Che Vogliamo Ferrara
Organizzare una festa aperta e libera alla partecipazione dei cittadini di ogni credo politico, in un luogo centrale per il futuro di Ferrara è per noi promotori di Ferrara Città Aperta una scelta voluta ed esplicita. Non si tratta di ingenuità quindi, come erroneamente riportato nei giorni scorsi e come strumentalizzato dalla Lega, ma di una scelta precisa per il bene della città, lo vogliamo ribadire con fermezza. Il nostro scopo era e rimane quello di dare vita ad una festa aperta a un sostegno trasversale di tutte le associazioni, i cittadini e le realtà che lavorano continuamente nel quartiere e in città e di tutti quelli si identificano nei valori fondamentali della solidarietà, dell’inclusione, della gentilezza e della pace. La ricchezza, sicurezza e la vivibilità di una città è fatta anche del lavoro quotidiano di tante piccole realtà come queste. Invece, la Lega ha ritenuto opportuno sottrarre a tutte le loro lo spazio dei Giardini dell’ex Mutua, da noi richiesto in anticipo, regolarmente e pubblicamente, nonostante i tanti altri spazi a loro disposizione per ospitare un ministro. Ci è sembrato un atto di bullismo un po’ infantile, un assaggio dei metodi con cui vorrebbero governare la città e con cui di fatto stanno già governando il Paese. Un dispetto che in una certa misura ci ha fatto anche sorridere perché a noi il Quartiere Giardino interessa tutto, mica solo piazzale Giordano Bruno! La forzatura della Lega ci dà anzi la possibilità di mettere al centro la zona del grattacielo, nella quale svolgiamo già molte attività, e di condividere una festa con il quartiere e con tutte le persone che vorranno venire a vivere la città dal suo punto più delicato, ma anche uno dei più pieni di energia. Noi ci andremo per costruire un’idea che punta ad una città migliore, non saremo contro, ma a favore: dell’integrazione coraggiosa, della convivenza gentile, della conoscenza reale e approfondita, dello sviluppo concreto. Lo possiamo fare insieme se siamo tanti. Invitiamo i cittadini di ogni luogo e ogni paese: il 3 maggio, dalle 17 alle 23:30, riempiamo di festa i giardini del Grattacielo!

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi