COMUNICATI STAMPA
Home > PARTITI & DINTORNI > Ferrara criminalità o emarginazione?

Ferrara criminalità o emarginazione?

Tempo di lettura: 4 minuti

Da: Rifondazione Comunista Ferrara

In questi giorni ricorrono i 40 anni da una serie di episodi annoverati come strategia del terrore, nel 1980 l’Italia è stata infatti oggetto di reiterati attacchi criminali: a circa metà giugno ricordiamo l’assassinio di Giuseppe Valarioti e Giannino Losardo, comunisti del PCI di E.Berlinguer, che in Calabria si opponevano alle infiltrazioni malavitose nella società e nelle istituzioni; inoltre alla fine dello stesso mese veniva abbattuto il DC9 nei cieli di Ustica e ad agosto si colpiva Bologna con la strage nella stazione.

Storicamente i comunisti sono stati la forza politica, che con maggior determinazione lottava e lotta contro la mafia e la criminalità organizzata, in un’azione sinergica tra etica e politica, e spesso coloro che si sono impegnati a sconfiggerla in prima fila hanno pagato con la vita il loro impegno.

Volendo analizzare la situazione attuale della nostra città, dove spesso si parla in modo inappropriato, di criminalità organizzata, ci interroghiamo a seguito delle spettacolari azioni di blitz al grattacielo e delle retate successive, se nel caso del primo episodio, l’impiego di più di 200 unità di persone sia stato un efficace intervento, tale da giustificare un così oneroso dispendio di risorse economiche ed umane. Ricordiamo che lo stesso ha condotto al fermo di alcune persone, alla sospensione per alcune settimane di attività commerciali e alla requisizione di esigui quantitativi di stupefacenti.

Ancora, tornando alle ripetute azioni di controllo da parte della Polizia, trattasi di una condivisibile e giustificata azione di eliminazione e sfruttamento alla radice, di spaccio, criminalità, e prostituzione, oppure di un’operazione di marketing, che ha avuto come massimo esito lo spettacolare blitz del 25 giugno, che peraltro ha ricevuto il plauso di sindaco e vicesindaco?

Tutto questo ha consolidato il racconto, spesso esterno, di una città come Ferrara descritta più volte come sotto il giogo della criminalità (ad esempio in Striscia la Notizia); noi al contrario riteniamo che la nostra città non sia così in pericolo come i media locali o nazionali ci vogliono mostrare, ma sia vittima di una costruita narrazione non rispondente alla realtà dei fatti.

Inoltre sono state catturate le vere “menti” della malvivenza locale, oppure sono stati semplicemente presi i soliti “pesci piccoli”, e lo spaccio è stato eliminato, o solo delocalizzato, anche solo temporaneamente?

Noi pensiamo che finché ci sarà domanda non cesserà l’offerta, quando anche i diversi tentativi di legalizzazione di alcune droghe leggere sono da sempre osteggiati da ottusi pregiudizi.

Queste operazioni in forme così plateali ed onerose sembrano essere più finalizzate ad impressionare l’opinione pubblica che ad incidere nella lotta alla criminalità. Soluzioni più efficaci, a nostro avviso sono anche implementare le attività di incontro per fare comunità come: le biblioteche, i corsi linguistici, il cinema, il teatro, la musica, l’illuminazione. Modalità sociali efficaci a perseguire sia una maggior vivibilità nei quartieri che un’aggregazione sociale consapevole, di tutti coloro che sono residenti e che spesso vengono abbandonati o relegati a povertà ed emarginazione; una risorsa e un’occasione per condividere bisogni ed esperienze, dove la collaborazione ed il supporto reciproco possano essere un aiuto concreto nella quotidianità.

Come Rifondazione Comunista auspichiamo una definitiva risoluzione del problema criminalità, nella sua effettiva “portata”, anche per una maggiore serenità di tutti i residenti della zona, ma non riteniamo efficaci e sufficienti estemporanee azioni repressive eccessivamente scenografiche non ascrivibili all’interno di una progettualità rieducativa preventiva e di una riqualificazione urbana della zona.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi