Home > FOGLI ERRANTI > Ferrara dall’abito elegante
Shares

di Fabio Strinati

E penso alle tue sere che sfumano
quiete verso le cifre del mattino;
penso alla sensazione di delirio
che mi scuote la vista ricoperta
del tuo sfarzoso nobile splendore,
ricordo il cuore fidanzato in gola, partenza
di un respiro dall’accento indefinito
affannarmi il petto il battito del Reno;
penso al tuo mistero che si rinnova,
la tua storia che a dismisura
cattura il mio sguardo su di te annullato:
ricordo la partenza come momento
eterno, lontano il giorno con stile
Ferrara dall’abito elegante,
una carezza custodita nella mano.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi