Home > COMUNICATI STAMPA > FERRARA & JAZZ | Sabato 16 ottobre IL GRUPPO DEI 10 presenta “Modalità Trio”

FERRARA & JAZZ | Sabato 16 ottobre IL GRUPPO DEI 10 presenta “Modalità Trio”

Tempo di lettura: 7 minuti

 

“Modalità Trio” M.E.N.

TUTTE LE DIREZIONI IN FALLTIME 2021
Sabato 16 ottobre al via la nuova rassegna del Gruppo dei 10

con Nico Gori, Massimo Moriconi ed Ellade Bandini che presenteranno il loro nuovo disco, dopo la partecipazione a Umbria Jazz

L’autunno si accende con Tutte le Direzioni in Falltime 2021, la nuova stagione culturale firmata da Il Gruppo dei 10 che come sempre porta appuntamenti di assoluta qualità allo Spirito di Vigarano Mainarda (Ferrara), toccando tutti i generi, con momenti di svago e musica e altri di riflessione, in “tutte le direzioni”. Si parte sabato 16 ottobre con “Modalità Trio” M.E.N., formato da tre personalità di primo piano, Nico Gori, Massimo Moriconi ed Ellade Bandini. Il gruppo presenterà il nuovo cd, uscito nel giugno scorso. M.E.N. è reduce dalla fortunatissima partecipazione a Umbria Jazz – per l’edizione di fine estate – e ha tutte le credenziali per regalare una serata in cui unica protagonista sarà la musica jazz e non solo. La bravura individuale dei tre interpreti sarà perfettamente fusa in M.E.N., una visione comune dell’essere trio. Apertura ore 20 con aperitivo e a seguire cena, massimo 70 posti. Per informazioni e prenotazioni: Spirito, via Rondona 11d, Vigarano (Ferrara), 0532.436122 e 339.4365837.

M.E.N., infatti, è lo spassoso acronimo (composto dalle loro iniziali) che si sono inventati tre dei musicisti più interessanti che l’Italia può vantare. A suonare insieme, sabato 16 ottobre per il via della stagione allo Spirito di Vigarano Mainarda, saranno Massimo Moriconi (M) al basso elettrico e contrabbasso, Ellade Bandini (E) alla batteria e infine Nico Gori (N), sax soprano, sax contralto e clarinetto, ospiti più volte negli ultimi anni nelle rassegne promosse dal Gruppo dei 10. Il trio propone le sonorità legate al jazz più puro, rivisitate attraverso il particolare estro di ciascuno dei componenti.

I tre musicisti suoneranno “pianoless”, esaltando le capacità musicali e interpretative del trio. Dopo il successo degli scorsi appuntamenti musicali, ritorna il progetto di Moriconi, Gori e Bandini con interessanti improvvisazioni e momenti di alta musica. Il gruppo nasce da un’idea di Ellade Bandini, già batterista dei grandi della musica (Paolo Conte, Vinicio Capossela, Fabrizio De André, solo per citarne alcuni) e ha l’obiettivo di suonare la musica che più piace loro e trasmetterla al pubblico, con serate sempre differenti e appassionanti. “M.E.N. era partito come un gruppo molto creativo – ricorda il batterista – ma nel tempo si è sviluppato andando a scavare più in profondità, nelle origini della musica e nelle bellissime melodie di una volta, riviste e ritoccate da musicisti del calibro di Nico Gori, bravissimo clarinettista, e Massimo Moriconi, da almeno trent’anni collaboratore di Mina e suo bassista di fiducia”.

TUTTE LE DIREZIONI IN FALLTIME 2021 prenderà il via dal 16 ottobre fino al 26 dicembre 2021Apertura ore 20 con aperitivo e a seguire cena, massimo 70 posti, tranne domenica 24 ottobre, domenica 21 novembre e domenica 26 dicembre, ore 12 (aperitivo e pranzo) e a seguire Peccato Vinile e giovedì 28 ottobre ore 19 (aperitivo e conferenza) e a seguire cena e concerto. Tutte le informazioni degli eventi in programma si potranno trovare anche sulla pagina Facebook de Il Gruppo dei 10.

IL GRUPPO

Massimo Moriconi è uno dei nomi più importanti del panorama musicale italiano. Il suo curriculum, infinito, unisce il mondo del jazz a quello de pop e vanta collaborazioni con artisti come Chet Baker, Billy Cobham, ‘Toots’ Thielemans, Renato Sellani, Massimo Urbani, Paolo Fresu, Enrico Rava. E poi Antonella Ruggiero, Fabio Concato, Mina. Negli anni ’80 è stato il bassista dell’orchestra dei ritmi leggeri della RAI di Roma, con cui avrà la possibilità di cimentarsi con miti come Jerry Lewis, Mirelle Matieu, Liza Minnelli. Ha inciso colonne sonore per film con compositori e direttori quali Ennio Morricone, Armando Trovajoli, Luis Bacalov, Riz Ortolani, Nicola Piovani, Piero Piccioni. Sideman in sala di registrazione (ha registrato circa 350 tra dischi e cd). Ha realizzato quattro dischi come leader: l’ultimo, ‘D’Improvviso’, vede ospiti Mina, Massimiliano Pani, Fabio Concato, Phil Woods, Eric Marienthall, Danilo Rea, Ellade Bandini.

 

La storia musicale di Ellade Bandini inizia all’età di 4 anni, quando riceve come regalo di Natale una piccola batteria giocattolo. La carriera prende avvio a 17 anni, suonando a livello professionale con alcune orchestre in sale da ballo e night club di tutta Italia: è in una di queste orchestre, quella del maestro Ugo Orsatti, che Bandini suona per la prima volta con il bassista Ares Tavolazzi. La sua carriera di batterista prosegue suonando per la cantante Carmen Villani, nel gruppo beat Avengers, dove conosce il giovane pianista e arrangiatore Vince Tempera. Diviene presto un turnista molto richiesto, suonando in alcuni 45 giri di successo di quegli anni, come Io mi fermo qui di Donatello, Viaggio di un poeta e Vendo casa dei Dik Dik, Soleado dei Daniel Sentacruz Ensemble, Rumore di Raffaella Carrà, L’importante è finire e Ancora ancora ancora di Mina. Nel 1969 con Ares Tavolazzi e Vince Tempera forma i The Pleasure Machine e inizia la collaborazione con Francesco Guccini. Ellade Bandini ha collaborato anche con moltissimi altri musicisti ed artisti, tra cui Claudio Lolli, Roberto Vecchioni, Paolo Conte, Fabio Concato, Vinicio Capossela, Fabrizio De André, Angelo Branduardi, Adriano Celentano, Bruno Lauzi, Dik Dik, Equipe 84, Nomadi, solo per citarne alcuni. Dal 1999 fa parte della Drummeria, formata da altri quattro batteristi: Walter Calloni, Maxx Furian, Christian Meyer e Paolo Pellegatti. Insieme a Mario Arcari e Giorgio Cordini, che come Ellade Bandini furono per molti anni tra i musicisti di Fabrizio De André, ha formato 1000 anni ancora, gruppo col quale inciderà Storia di un Impiegato.

Clarinettista, sassofonista, arrangiatore, compositore, Nico Gori ha cominciato lo studio del clarinetto all’età di 6 anni e quello di sassofono e pianoforte all’età di 10. Inizia molto giovane a esibirsi grazie a collaborazioni in ambito jazz, classico e della musica pop. Ha suonato e inciso, fra gli altri, con Tom Harrell, Fred Hersch, Stefano Bollani e la Vienna Art Orchestra. Ha all’attivo sette album come band leader e più di cento come side man. Nell’estate 2015 Nico Gori ha dato vita, insieme all’Associazione Pisa Jazz e a Francesco Mariotti, al progetto ‘Nico Gori & Pisa Swing Cats’, small band composta da dieci musicisti e che propone un repertorio swing tra brani originali e arrangiamenti del leader, rifacendosi alle serate da ballo dell’America degli anni ’40 e ’50.

IL GRUPPO DEI 10

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi