Home > COMUNICATI STAMPA > Fiab Ferrara – Mobilità sostenibile

Fiab Ferrara – Mobilità sostenibile

Da: Direttivo Fiab Ferrara

Si è parlato di Mobilità Nuova all’Urban Center, dove Fiab, Comune di Ferrara e Ami hanno organizzato un convegno in occasione della Settimana Europea della Mobilità.
Paolo Gandolfi ha aperto i lavori parlando della legge quadro sulla mobilità ciclistica, entrata in vigore lo scorso febbraio e che promuove l’uso della bicicletta sia per le attività turistiche che per la mobilità urbana. Tutte le nostre città, compresa Ferrara hanno ancora un sistema di progettazione urbana basato sull’automobile e non sulla persona. Questo il pensiero unanime dei relatori al convegno. Aldo Modonesi, assessore alla mobilità urbana del Comune di Ferrara ha sottolineato il buon numero di cittadini che usano la bici, circa il 29%, seguito però da un alto numero di persone che utilizzano l’auto privata, 64% e un uso del trasporto collettivo troppo basso.
Si è parlato di salute con Aldo De Togni, del dipartimento di Sanità pubblica dell’Asl di Ferrara. Muoversi, fare sport o semplicemente fare attività fisica riduce la possibilità di contrarre alcuni tipi di tumori, ma soprattutto è un alleato fortissimo contro il diabete e le malattie cardiovascolari. Camminare e andare in bici, è fondamentale per ragazze e ragazzi, ecco che realizzare un progetto casa-scuola in sicurezza diventa prioritario.
Alessandro Bratti ha tracciato per sommi capi le funzioni di Ispra di cui è direttore. Si tratta di un ente pubblico di ricerca, che coordina il sistema nazionale di protezione dell’ambiente. Tra i suoi compiti anche quello di Osservatorio sulla mobilità urbana sostenibile. A Giulietta Pagliaccio, presidente di Fiab nazionale il compito di sottolineare l’importanza di arrivare in tempi rapidi a una diminuzione del traffico veicolare nei centri urbani, compreso le auto elettriche, non esiste solo l’inquinamento ambientale, ma anche quello paesaggistico e le auto, tutte le auto, sottraggono suolo pubblico destinato alle persone. All’incontro era stato invitato il sottosegretario Michele Dell’Orco che ha preferito declinare l’invito. Un’occasione mancata per illustrare, nella città delle biciclette, cosa il governo sta facendo in tema di mobilità sostenibile.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi