COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Fitoussi e la bellezza, Luzzato Fegiz e i talent show: l’ultima giornata della Festa del Libro Ebraico

Fitoussi e la bellezza, Luzzato Fegiz e i talent show: l’ultima giornata della Festa del Libro Ebraico

Tempo di lettura: 3 minuti

da: ufficio stampa Festa del Libro Ebraico

La Festa del Libro Ebraico in Italia, evento organizzato dalla Fondazione MEIS (Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah), con il supporto di Ferrara Fiere, si prepara alla giornata conclusiva con un finale ricco di appuntamenti di grande interesse, che si susseguiranno a ritmo serrato.
Alle 9.30, al Chiostro di San Paolo, per la rassegna “Incontri con l’autore”, la drammaturga Laura Forti e il germanista Marco Castellari presenteranno “Le Variazioni Goldberg” di George Tabori, mentre un’ora più tardi il Presidente di Ferrara Fiere, Nicola Zanardi, la giornalista e scrittrice parigina Michèle Fitoussi e Vincenza Maugeri, Vicedirettore del Museo Ebraico di Bologna, intratterranno il pubblico sull’avvincente tema “Helena Rubinstein: la donna che inventò la bellezza”. La vita di Helena Rubinstein che la Fitoussi racconta nel suo libro è, di fatto, la vita di due persone: la ribelle, l’avventuriera, la donna appassionata, da un lato; allo stesso tempo, la donna d’affari, la miliardaria, la principessa, in tarda età. In caso di maltempo, gli incontri si terranno sempre presso il Chiostro, ma nella Sala della Musica.
Oltre a contenere una rifornitissima libreria (oltre cinquemila testi di autori ebrei o su temi della tradizione ebraica), dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17, il Chiostro di San Paolo sarà anche il punto di partenza degli “Itinerari nella Ferrara ebraica: dall’antico ghetto al MEIS”, con le visite guidate a cura di Itinerando.
Alle 11.30, il dialogo “Riflettendo sull’antigiudaismo e sull’antisemitismo cattolico” vedrà impegnati il Presidente della Fondazione MEIS, Riccardo Calimani, Francesco Margiotta Broglio (Università di Firenze) e lo storico e giornalista culturale Giorgio Fabre.
L’ultimo appuntamento della mattinata è fissato al Chiostro per le 12.30, con la consueta parentesi gastronomica dei “Sapori di un aperitivo di ispirazione ebraico-ferrarese”.
Il pomeriggio si aprirà con “Barbari nel secolo XX. Cronaca familiare (settembre 1938 – febbraio 1944)”, il testo di Leo Neppi Modona che verrà introdotto dalle curatrici Caterina Del Vivo (Responsabile dell’Archivio Storico del Gabinetto Vieusseux di Firenze) e Lionella Neppi Modona Viterbo (sorella dell’autore), insieme a Simonetta Savino (Presidente dell’Associazione Amici del MEIS.
Di tutt’altro genere la performance del graffiante giornalista, critico musicale e conduttore radiofonico Mario Luzzatto Fegiz, che alle 15 porterà in scena alla Sala Estense (Piazza del Municipio) una versione ridotta del suo spettacolo “Io odio i talent show”.
La Festa del Libro Ebraico in Italia è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Provincia e dal Comune di Ferrara, dall’Università degli Studi di Ferrara, dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e dalla Comunità Ebraica di Ferrara.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi