Home > COMUNICATI STAMPA > Formazione, due bandi per l’industria cinematografica e audiovisiva regionale

Formazione, due bandi per l’industria cinematografica e audiovisiva regionale

logo-regione-emilia-romagna
Tempo di lettura: 6 minuti

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna

Approvati i primi interventi per la promozione e lo sviluppo di nuove competenze strategiche per rafforzare la competitività delle piccole e medie imprese che operano nel settore e formare nuovi professionisti qualificati. Risorse del FSE a disposizione per un milione di euro.

Sostenere la crescita dell’industria cinematografica e audiovisiva regionale e investire sulle persone. Con questo obiettivo la Giunta ha approvato i primi interventi per la promozione e lo sviluppo di nuove competenze strategiche per rafforzare la competitività delle piccole e medie imprese che operano nel settore, formare nuovi professionisti qualificati in grado di rispondere ai fabbisogni di crescita e innovazione del sistema e attrarre sul nostro territorio nuove produzioni, in attuazione sperimentale del Programma regionale in materia di cinema e audiovisivo, sulla base della legge regionale n. 20 del 2014. Le risorse del Programma Operativo Fondo sociale europeo 2014/2020 messe a disposizione sono pari ad 1 milione di euro. Due gli avvisi pubblici approvati, per la Formazione permanente e alta formazione e per la Formazione continua per occupati.
“Il cinema non è solo un tratto costitutivo del nostro immaginario e dell’identità dell’Emilia-Romagna, è anche un’industria ad alta potenzialità di crescita e di buona occupazione su cui la Regione ha deciso di investire – ha detto l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro Patrizio Bianchi – . Ma non c’è strategia di sviluppo lungimirante che non tenga conto delle persone e delle loro competenze. Sono le competenze di sistema, culturali, artistiche, tecniche ma anche manageriali, che possono contribuire al consolidamento e allo sviluppo di realtà produttive in grado, per qualità e valore aggiunto, di crescere e competere anche a livello internazionale. E sono sempre le competenze che possono attrarre sul territorio talenti e progetti innovativi. Per questo abbiamo avviato una politica unitaria negli obiettivi e integrata negli strumenti, in cui la formazione del capitale umano riveste un ruolo trasversale e strategico”.
“Con i bandi della formazione, che si uniscono a quelli sul sostegno alle produzioni del Fondo per l’Audiovisivo, compiamo un ulteriore, importante, passo verso gli obiettivi che hanno portato alla realizzazione e attuazione della legge regionale 20, la quale, ricordo, è il risultato di una felice sinergia tra assessorati, parti politiche e operatori di settore – ha commentato l’assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti – . L’intenzione di sostenere e valorizzare l’intera filiera produttiva cinematografica e audiovisiva del nostro territorio, non può non porre al centro le persone che vi operano, a cui è importante garantire strumenti formativi adeguati per crescere professionalmente ed essere autorevolmente competitivi”.

Formazione permanente e alta formazione:
Il primo bando intende rendere disponibili tipologie di percorsi differenti volti alla formazione di alte professionalità per il cinema e l’audiovisivo. Si tratta di percorsi di formazione permanente della duratacompresa tra 35 e 70 ore la specializzazione di competenze tecnico/professionali e trasversali funzionali a rafforzare le professionalità di persone che hanno maturato esperienze nel settore.
La seconda tipologia candidabile è quella di percorsi di alta formazione, della duratacompresa tra 300 e 1000 ore, rivolti a persone provenienti da percorsi universitari o lavorativi coerenti per acquisire capacità e conoscenze professionali rispondenti alle esigenze del sistema produttivo. I percorsi dovranno prevedere stage o altre modalità formative che possano permettere ai partecipanti di sperimentare una conoscenza diretta dell’attività professionale oggetto del percorso.
Duplice è la finalità che si pone la Regione con questo primo avviso. Valorizzare attitudini e aspettative delle persone, creando opportunità per la formazione di professionalità qualificate che intercettino le potenzialità occupazionali di un settore che evidenzia la capacità di generare nuova occupazione. Specializzare un sistema di alte competenze tecniche e professionali che possa fungere da esternalità positiva ai processi di innovazione e sviluppo del settore e attrarre sul territorio regionale produzioni nazionali ed internazionali di qualità.
Per questo primo avviso – a cui possono rispondere enti di formazione accreditati – sono disponibili 700 mila euro. Nella valutazione delle proposte formative si terrà conto della capacità di rispondere agli effettivi fabbisogni del sistema produttivo di riferimento e di costruire proposte formative connessi, anche attraverso accordi di collaborazione formalizzati, a realtà d’impresa quale elemento che qualifica la componente professionalizzante dei percorsi e ne rafforza gli esiti occupazionali. Le proposte dovranno essere presentate a partire dal 24 agosto 2015 ed entro il 24 settembre.

Formazione continua per occupati:
Con il secondo avviso la Regione intende sostenere le imprese dell’industria cinematografica e audiovisiva regionale nei processi di consolidamento e rafforzamento gestionale ed organizzativo, per favorirne una maggiore competitività. I progetti candidati dovranno permettere di attivare in via sperimentale un’offerta formativa flessibile e modulare rivolta alle imprese, anche individuali, costituita da percorsi di formazione continua della durata compresa tra 16 e 48 ore per l’acquisizione di competenze manageriali e gestionali e per l’acquisizione di competenze tecniche professionali specialistiche necessarie per essere competitivi in un contesto internazionale, e per cogliere nuovi spazi e opportunità di lavoro.
L’avviso prevede anche la possibilità affiancare alla formazione continua azioni non corsualidella durata compresa tra 8 e 16 ore volte ad accompagnare le singole realtà d’impresa nel trasferimento di competenze organizzative e gestionali innovative acquisite nelle proprie organizzazioni di lavoro.
Saranno valutati come prioritari i progetti che prevedono la richiesta esplicita di partecipazione ai percorsi delle imprese del settore, nonché i progetti definiti in collaborazione con associazioni di rappresentanza del settore e/o soggetti istituzionali e non, interessati alla promozione dell’industria cinematografica e audiovisiva. Al finanziamento dei percorsi del secondo avviso, cui possono partecipare enti di formazione accreditati e imprese per la formazione rivolta al proprio personale, concorrono risorse del Programma Operativo FSE 2014/2020 pari a 300 mila euro. I progetti da candidare in risposta a questo bando dovranno essere inviati a partire dal 27 ottobre 2015 ed entro il 26 novembre 2015.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi