Home > COMUNICATI STAMPA > “Fratelli d’Italia”: Giorno del Ricordo e intitolazione rotonda.

“Fratelli d’Italia”: Giorno del Ricordo e intitolazione rotonda.

Tempo di lettura: 3 minuti

da: Paolo Spath, portavoce provinciale di “Fratelli d’Italia”

Anche quest’anno in occasione del 10 Febbraio, Giorno del Ricordo per onorare la memoria dei martiri Italiani delle Foibe e dei 350.000 esuli Istriani, Fiumani e Dalmati, Fratelli d’Italia ha celebrato nonostante la forte pioggia la cerimonia di commemorazione all’interno della Rotonda di Viale Corso Isonzo a Ferrara apponendo la seguente targa commemorativa: “In Memoria degli Istriani, Giuliani e Dalmati tragicamente scomparsi nelle foibe e di quanti furono costretti ad abbandonare al propria Terra per rimanere Liberi e Italiani”.

“Questa data assume un significato particolare proprio quest’anno – afferma Paolo Spath portavoce provinciale di FdI a Ferrara – che ricorre il decimo anniversario dell’intitolazione di questa Giornata del Ricordo di questo enorme buco nero della nostra storia e comunità Nazionale. E’ nel DNA della storia politica della destra l’aver portato alla luce le vicende del Confine Orientale, quando per oltre 60 anni la storiografia e il potere dominante hanno sempre cercato di dimenticare, infossare e sminuire questo vero e proprio olocausto italiano. E’ paradossale – continua il giovane esponente – che ancora oggi il maresciallo Tito, mandante di questa vera e propria pulizia etnica, sia insignito di una delle massime onorificenze della Repubblica. Ed è attuale continuare a battersi e a fare informazione e cultura – conclude Spath – visto i continui tentativi di negare l’entità, la gravità e la memoria di questa nostra ferita Nazionale. Ecco perchè questa sera all’interno della nostra sede ci sarà una partecipatissima proiezione e approfondimento storico-culturale aperto a tutti i cittadini.”
“Con questa nostra iniziativa vogliamo chiedere che venga una volta per tutte conferita a questa Rotonda, tra l’altro senza nome, il nome di “Rotonda Martiri delle Foibe”. Continuano i Rappresentanti di Fratelli d’Italia.

“Atto doveroso, dato che Ferrara è forse una delle ultime città d’Italia che non ha ancora insignito nessun luogo pubblico al Ricordo della tragedia delle Foibe, nonostante sia stata anche sede di esilio per molti Giuliano-Dalmati. Un luogo necessario, in cui ricordare questa tragedia e nel quale organizzare degnamente delle formali iniziative a cui auspichiamo l’Amministrazione Ferrarese possa prenderne parte con i suoi gonfaloni e insegne, come mai successo prima nonostante gli inviti. – afferma Alberto Ferretti di Fratelli d’Italia e da sempre in prima linea per questa iniziativa nella città estense.”

“La piazzetta sede della nostra iniziativa incrocia infatti sulla strada che porta alla stazione dalla quale nel 1947 passarono i primi esuli e su corso Isonzo, fiume che caratterizza, con il suo corso, il territorio degli esuli. – afferma Mauro Malaguti, consigliere Regionale di Fratelli d’Italia presente alla celebrazione – Lasciando la numerazione dei civici su Corso Isonzo basterebbe semplicemente intestare la piazzetta e, magari, inserire un cippo di ricordo nel mezzo della rotonda.”

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi