Home > IL QUOTIDIANO > Fuori dal coro
albero morto
Tempo di lettura: < 1 minuto

Si potrebbe visionare a lungo la forza di un luogo attraverso i suoi abitanti. Ovunque si giri si può vedere la conquista della propria posizione predominante. Capitalismo evoluzionistico di stampo darwiniano. Smania di vincere la luce solare per fotosintetizzare nutrimenti mescolati a minerali provenienti da radici possenti. Per urlare di essere unico bisogna decidere se stare qui o dall’altra parte, con tutte le conseguenze, fino all’estrema. L’unicità, in mezzo alla vita, è l’essere morti.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
PER CERTI VERSI
Il sonno è fatto
DI MERCOLEDÌ
La misura della maturità
L’estate dell’Ottanta
La vacanza, la bomba, la scelta di mio padre
Lara Van Ruijven

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi