Home > PARTITI & DINTORNI > G.O.L. : Risoluzione al bilancio

G.O.L. : Risoluzione al bilancio

Tempo di lettura: 2 minuti

da: Gruppo Consiliare G.O.L. – Giustizia Onore Libertà

Risoluzione alle delibere consiliari PG. 38916/15, PG 41163/15, PG. 41164/15, PG 47830/15, PG 47836/15 e PG 41897/15.

VISTA

la manovra economica presentata dall’Amministrazione Comunale ferrarese;

RITENUTO

che i cittadini ferraresi sono più poveri dei cittadini delle altre provincie e pagano più tasse;

APPURATO

che nei 5 anni in cui Tagliani ha comandato la città di Ferrara, ha sempre ostentato bilanci con toni trionfalistici, recitando avanzi positivi e riduzione record del debito pubblico (oltre 35.000.000 di Euro nella conferenza stampa del 12.3.2013, Sala Arazzi – Residenza Municipale);

VERGOGNOSO

che il Sindaco Tagliani chieda all’opposizione di fare delle proposte sul bilancio quando il trionfalismo adottato per un quinquennio è contraddetto da una pressione fiscale che non ha mai dato tregua al ferrarese. Infatti, la spremitura attuale è conseguenza, al di là dei proclami di Sindaco e Giunta, delle passate gestioni: chiedere ad altri soluzioni per gli errori commessi, implica la stessa benevolenza che merita il chirurgo che, dopo aver sbagliato l’operazione ed ammazzato il paziente, chiede aiuto al medico di base;

PACIFICO

che al cittadino che paga le tasse non gliene frega niente che il bilancio sia positivo, negativo o indifferente, gli interessa che il quantum da pagare sia il minimo indispensabile e poiché la pressione fiscale negli ultimi anni è cresciuta vergognosamente dobbiamo affermare che la politica economica del Sindaco Tagliani è stata fallimentare. Per questa ragione non è possibile accettare una manovra fiscale che chieda ulteriore denaro al cittadino anziché ridurre i costi della politica comunale;

TUTTO CIO’ PREMESSO
IL CONSIGLIO COMUNALE DI FERRARA
IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

• a ritirare le delibere relative alla variazione di bilancio preventivo 2015 ed in particolare le modifiche dell’addizionale comunale irpef e dell’aliquota IMU che comportano un aumento dell’imposizione fiscale comunale di circa 8 milioni di euro;

• ad avviare un iter di approfondimento, nelle compenti commissioni consiliari, al fine di individuare misure alternative all’aumento delle tasse comunali e per il reperimento delle risorse necessarie all’equilibrio di bilancio, al rispetto del patto di stabilità e al sostegno delle spese per gli investimenti comunali, senza chiedere ai cittadini ferraresi nuovi sacrifici.

Il Presidente del Gruppo Consiliare
G.O.L. – Giustizia Onore Libertà


Ing. Francesco Rendine

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi