COMUNICATI STAMPA
Home > ALTRI SGUARDI > Gente che legge: sedici foto tra le pagine chiare e le pagine scure

Gente che legge: sedici foto tra le pagine chiare e le pagine scure

Biblioteca-Bassani-Barco-Gente-che- legge-Roberto-Mascellani-FotoClub-Ferrara
Tempo di lettura: 3 minuti

Fotografare qualcuno che legge è come tentare di dare forma a una visione interiore, catturare un pensiero, mostrare il percorso delle parole attraverso la persona. Provano a fare un po’ questo gli autori della mostra “Gente che legge” alla biblioteca che prende il nome di Giorgio Bassani, fino al 10 maggio a Ferrara nel quartiere di Barco.

Un grandangolo incorpora scaffali storici, che l’obiettivo trasforma nell’abbraccio avvolgente di una sala di lettura pubblica. Al centro della foto è la luce riflessa su un piano in cristallo, sopra il quale una giovane donna consulta un testo antico. La grandezza del sapere, in questo scatto di Roberto Mascellani, abbraccia la voglia viva di conoscere e la riproduce in una forma circolare un po’ deformata affiancandosi ad altre quindici immagini: c’è la lettura “leggera” dei fogli di un quotidiano all’aria di una riva rocciosa del mare; l’infilata di persone viste dall’alto con libri o giornali spalancati sulla panchina di un piazzale all’aperto; lo sguardo di una donna araba con il capo velato che si posa su un fascicolo di fogli, che potrebbero essere preghiera, libro di studio o istruzioni per l’uso. Ma c’è anche una scritta composta di lettere colorate e magnetiche su una lavagna dietro agli occhi di una ragazza dai capelli biondi, come nelle pubblicità sbarazzine di prodotti di arredo offerti per andare a rallegrare gli spazi. Nell’insieme questa raccolta di “Gente che legge” illustra la lettura come passione, bisogno e minimo comune denominatore per la biblioteca che con i suoi libri, dvd e riviste arricchisce il pezzo di città alle spalle del polo chimico.

Biblioteca-Bassani-Barco-Ferrara-Gente-che-legge-Roberto-Del-VecchioGli autori sono soci del FotoClub di Ferrara, ma quelle immagini rappresentano volutamente un ampio repertorio multiculturale e internazionale; dietro a quei fogli ci sono il sapere, l’interesse e la più disparata e umana voglia di conoscere, che può essere di stampo accademico o di quotidiana informazione.
L’esposizione è realizzata in occasione della Giornata mondiale del libro, indetta dall’Unesco ogni 23 aprile per promuovere il libro e la lettura. “Da un paio d’anni – racconta il presidente del FotoClub, Maurizio Tieghi – collaboriamo con la biblioteca diretta da Luisa Martini con corsi e mostre collettive e individuali su temi correlati al mondo del libro”. Gli autori delle fotografie sono Riccardo Bonfatti, Enrico Chiti, Roberto Del Vecchio, Sergio Guerra, Anna Maria Mantovani, Roberto Mascellani, Panz Paganoni, Giuseppe Potenza, Stefania Ricci Frabattista, Maurizio Tieghi, Luca Zampini. La mostra, in via Grosoli 42 a Ferrara, è a ingresso gratuito negli orari di apertura della biblioteca Bassani, dal martedì al sabato 9-13 e anche al pomeriggio di martedì, mercoledì e giovedì (15-18.30).

Un luogo per leggere e dove tentare di vedere cosa rimane tra le pagine chiare e le pagine scure, che Francesco De Gregori sapeva cantare in modo così struggente.

Il brano musicale intonato al testo: Francesco De Gregori, Rimmel

Commenta

Ti potrebbe interessare:
DI MERCOLEDI’
Gabbie, Lacci e altri affanni
La famosa mostra del famoso pittore
DI MERCOLEDI’
Il carcere, il gorgo e la seconda voce dell’anima.
ITALO BALBO TRASVOLATORE IN MOSTRA:
la storia ridotta ad agiografia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi