COMUNICATI STAMPA
Home > IMMAGINARIO - La foto della settimana > GERMOGLI
Berlinguer e la questione morale
enrico_berlinguer
Tempo di lettura: 2 minuti

Una quotidiana pillola di saggezza o una perla di ironia per iniziare bene la giornata…

“I partiti non fanno più politica, sono soprattutto macchine di potere e di clientela (…) La questione morale non si esaurisce nel fatto che, essendoci ladri, corrotti, concussori in alte sfere della politica e dell’amministrazione, bisogna scovarli, denunciarli, metterli in galera. La questione morale, nell’Italia d’oggi, fa tutt’uno con l’occupazione dello stato da parte dei partiti, con la guerra per bande, con la concezione della politica e con i metodi di governo. Ecco perché dico che la questione morale è il centro del problema italiano”. (…)
“I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal governo. Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai Tv, alcuni grandi giornali. (…) Insomma, tutto è già lottizzato e spartito o si vorrebbe lottizzare e spartire. E il risultato è drammatico. Tutte le “operazioni” che le diverse istituzioni e i loro attuali dirigenti sono chiamati a compiere vengono viste prevalentemente in funzione dell’interesse del partito o della corrente o del clan cui si deve la carica. Un credito bancario viene concesso se è utile a questo fine, se procura vantaggi e rapporti di clientela; un’autorizzazione amministrativa viene data, un appalto viene aggiudicato, una cattedra viene assegnata, un’attrezzatura di laboratorio viene finanziata, se i beneficiari fanno atto di fedeltà al partito che procura quei vantaggi, anche quando si tratta soltanto di riconoscimenti dovuti”.
(Enrico Berlinguer, intervista a Repubblica del 28 luglio 1981)

Vedi lettura (parziale) e commento di Marco Travaglio

Commenta

Ti potrebbe interessare:
10 gennaio 2022 :
La scuola in presenza e la propaganda dei partiti.
Il cammino (laico) di Santiago del Chile e di Gabriel Boric
SCHEI
Alex Schwazer è pulito, lo sport è sporco
GLI SPARI SOPRA
La ricerca di un futuro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi