COMUNICATI STAMPA
fertilita-scienza-osteopatica
Tempo di lettura: < 1 minuto

L’incipit di Chiedi alla polvere mi ha sedotto fin dalla prima volta. Mostra il nostro atteggiamento nei confronti dei problemi. La sua interpretazione più ottimista potrebbe essere: dormici sopra. Dicono che la soluzione ad un problema arrivi spesso, spontaneamente, dopo una notte di sonno. Ma non è l’interpretazione che preferisco. Credo sia più onesta la seguente: “vediamo se, spegnendo la luce, il problema scompare”.

“Una sera me ne stavo a sedere sul letto della mia stanza d’albergo, a Bunker Hill, nel cuore di Los Angeles. Era un momento importante della mia vita; dovevo prendere una decisione nei confronti dell’albergo. O pagavo o me ne andavo: così diceva il biglietto che la padrona mi aveva infilato sotto la porta. Era un bel problema, degno della massima attenzione. Lo risolsi spegnendo la luce e andandomene a letto.”
John Fante

Una pillola di saggezza o una perla di ironia per iniziare bene la settimana…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Buoni consigli
PER CERTI VERSI
Il sonno è fatto
FOGLI ERRANTI
La zucchina
I DIALOGHI DELLA VAGINA
Segnali del corpo… dubbi e riflessioni dei lettori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi