Home > GERMOGLI - l'aforisma della settimana > Germogli del qualunquismo
Tempo di lettura: < 1 minuto

 

La contesa intellettualmente disonesta sul referendum mi ha profondamente intristito. Mi ha tolto ogni motivazione per esprimere una preferenza di cui colgo la profonda inutilità, e la strumentalizzazione che verrà fatta dell’esito, qualunque esso sia. Da una parte chi grida all’attentato alla democrazia, dall’altra chi sbeffeggia e sputtana. In mezzo i costituzionalisti, usati per conferire una ridicola dignità accademica alla propria posizione e denigrare quella altrui, in un miserevole gioco di specchi. Nessuno che abbia riconosciuto una legittimazione alle ragioni dell’altro. In quale penosa melma è finita per affogare la mia passione per il diritto costituzionale…

“Facciamola finita, venite tutti avanti, nuovi protagonisti, politici rampanti,
venite portaborse, ruffiani e mezze calze, feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo un arte, coraggio liberisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese in questo benedetto assurdo bel paese.”

Francesco Guccini

Commenta

Ti potrebbe interessare:
LA VIGNETTA
Fisiognomica dell’Onorevole
Il mondo tra deficit e risparmio:
Un 2020 da ricordare
Ddl Zan: il rischio di cancellare la parola donna
renzi-jobs-act
Piovono pietre su Fornero e Jobs Act:
il lavoratore non è una merce

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi