Home > COMUNICATI STAMPA > Giornata Nazionale degli Alberi: meno traffico e più alberi

Giornata Nazionale degli Alberi: meno traffico e più alberi

Da: Ufficio Stampa La Città Che Vogliamo e Coalizione Civica Ferrara

Nella Giornata Nazionale degli Alberi, il gruppo civico La Città Che Vogliamo e la lista civica Coalizione Civica, propongono meno traffico e più alberi.
Il 21 novembre, la giornata nazionale degli alberi, può infatti rappresentare per Ferrara un’occasione molto importante: gli effetti del riscaldamento globale, causato da un eccessivo utilizzo dell’energia fossile, sono sempre più evidenti e disastrosi, anche a livello locale.
La maggior parte dei gas serra, in particolare dell’anidride carbonica, si produce nelle città come Ferrara, dove, con il traffico urbano, si creano pure molte delle sostanze che danno origine alle polveri sottili, fonte di gravi problemi per l’ambiente e la salute, in particolare delle persone più vulnerabili come anziani e bambini.
La nostra città, negli ultimi dieci anni, ha superato sei volte la soglia critica.
La recente decisione della Giunta Comunale che consente la mezz’ora di parcheggio gratuita nelle vie attorno al centro storico, produrrà un incremento della circolazione delle auto e quindi dell’inquinamento da polveri sottili.
Se l’intento è quello di facilitare l’accesso alle attività commerciali del centro la soluzione più logica dovrebbe essere l’aumento dei parcheggi scambiatori fuori le mura e di corse gratuite dei mezzi pubblici per arrivare in centro, o di altre soluzioni meno temporanee e propagandistiche, che vadano verso un miglioramento della qualità dell’aria, non il suo contrario.
In questo contesto anche gli alberi potrebbero rappresentare un fondamentale antidoto, in quanto oltre a sequestrare al proprio interno il carbonio, possono catturare polveri sottili e altri inquinanti.
Si potrebbe iniziare dai terreni pubblici ancora incolti sparsi nel territorio cittadino che possono essere imboschiti con queste piante a “duplice attitudine” e si potrebbe incentivare pure la piantumazione privata. A titolo di esempio, segnaliamo che i più efficienti sono: l’olmo comune, il frassino maggiore, il leccio, il gingko biloba, l’acero campestre, il biancospino, il bagolaro e il tiglio.
Entro l’autunno Coalizione Civica pianterà un albero a compensazione dell’emissione di Co2 prodotta della scorsa campagna elettorale. La piantumazione avverrà nella zona di Villa Fulvia, come individuato dall’Ufficio Verde Pubblico del Comune di Ferrara.
Purtroppo però gli alberi non possono risolvere scelte inopportune sulla mobilità urbana, perché se sono alleati fondamentali per l’ambiente e la salute che vogliamo garantire alle generazioni future, l’aria che respiriamo è quella che c’è qui, ora, e non può essere ulteriormente compromessa.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi