COMUNICATI STAMPA
Home > PARTITI & DINTORNI > Giovanni Padani tra i cittadini, per sostenere le proposte di Matteo Salvini Premier

Giovanni Padani tra i cittadini, per sostenere le proposte di Matteo Salvini Premier

Tempo di lettura: 2 minuti

Da Lega Nord Emilia Romagna

Alan Fabbri:” Auguriamo un buon lavoro al nuovo responsabile Ottavio Curtarello”
I giovani del movimento in corso Martiri, a Ferrara, il 18 novembre, dalle ore 15,30 alle 19

Ferrara, 16-11-2017.

«Auguriamo un buon lavoro al nuovo referente dei Giovani Padani del Basso Ferrarese e della città estense, Ottavio Curtarello. Il primo impegno dei giovani del movimento sarà quello di fare conoscere ai cittadini le proposte di Matteo Salvini candidato a “premier”». Esprime in questo modo il proprio augurio, il capogruppo regionale della Lega Nord, Alan Fabbri, alla vigilia della prima uscita pubblica dei volontari dei Giovani Padani, coordinati da alcune settimane da Ottavio Curtarello, che si affianca al coordinatore provinciale Simone Mazzei. Per i quali, sabato 18 novembre, si prepara il primo impegno ufficiale: i giovani militanti del Carroccio saranno in Corso Martiri (intersezione con via Cairoli, dalle ore 15,30 alle 19) per un volantinaggio organizzato dal direttivo federale della Lega Nord. «Allo scopo – sottolinea Fabbri, che sarà presente all’evento – di fare conoscere ai cittadini le proposte politiche di Matteo Salvini, candidato a premier. Ovvero: il sostegno a quello che riteniamo essere un principio sacrosanto, come la legittima difesa; la Flat Tax per le imprese, per un rilancio dell’economia e della vera occupazione. Infine, per esplicitare ancora una volta la nostra decisa opposizione alle proposte del Governo e del Pd sullo Ius Soli. Pensiamo che la gente abbia il diritto di sapere la verità, su quelle che sono le proposte stralunate della sinistra e siamo lieti che ad interfacciarsi con le persone siano, prima di tutto, i giovani. Questo la dice lunga sulla freschezza delle nostre proposte – sottolinea Fabbri – che arrivano dalla parte più dinamica della società, mentre altri si affidano alle solite e ritrite ricette politiche. Lontane, peraltro, dai bisogni dei cittadini».

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi