Home > COMUNICATI STAMPA > Giovedì 14 gennaio al via i Tè Letterari 2015-2016, ospite d’onore lo scrittore Marcello Simoni

Giovedì 14 gennaio al via i Tè Letterari 2015-2016, ospite d’onore lo scrittore Marcello Simoni

Tempo di lettura: 4 minuti

da: ufficio stampa Comune di Comacchio

“La lettura è un’attività non obbligatoria, ma chi legge sa che più ci si dedica alla lettura, più si conosce il mondo e di conseguenza più si conosce se stessi. La lettura, infatti, ci costruisce come individui ed è per questo che sono molto felice di far parte di questa rassegna, perché il nostro territorio ne ha bisogno”.
A parlare, quale ospite d’onore alla conferenza stampa di presentazione dei Tè Letterari 2015-2016, è Marcello Simoni, comacchiese di fama internazionale, autore di best seller venduti in tutti il mondo, come l’ultimo suo lavoro “L’abbazia dei cento delitti”. Sarà lui, infatti a dare il via, giovedì 14 gennaio dalle ore 17, al primo dei quattro appuntamenti con gli autori organizzati dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Comacchio presso la Biblioteca comunale “L.A. Muratori”.
“In un momento storico in cui si sente sempre più il bisogno di incontrarsi, la biblioteca dovrebbe essere il luogo privilegiato – ha spiegato l’Assessore alla Cultura Alice Carli – è sicuramente un luogo dove fa bene riunirsi, dove si possono condividere idee e, perché no, anche incontrare anche gli scrittori. Quest’iniziativa parte, infatti, dalla voglia di coinvolgere chiunque voglia avvicinarsi al mondo della letteratura, senza distinzioni di età, e dalla voglia anche di non interrompere un percorso già avviato lo scorso anno da Luciano Boccaccini, Leonardo Romani, Paolo Pizzato ed Elisabeth Sodi, che approfitto per ringraziare”.
“Per noi è un onore aver potuto inserire l’incontro con Marcello Simoni tra le iniziative di quest’anno, perché in quanto comacchiese porta in alto il nome della nostra Città – ha concluso Carli – ma vorrei ringraziare anche gli altri scrittori per la loro disponibilità ad incontrare i lettori”.
I Tè Letterari di quest’anno saranno coordinati dall’animatrice culturale Anastasia Rizzoni, della cooperativa “Le Pagine”, che così spiega come avranno luogo gli appuntamenti: “gli incontri con gli autori si svolgeranno tutti di giovedì a partire dalle ore 17. Esordieremo, come detto, con Marcello Simoni, per poi continuare l’11 febbraio, con un altro scrittore di origini comacchiesi che è salito alla ribalta nel panorama nazionale, Marino Buzzi. Si proseguirà ancora il 25 febbraio con Gaia Conventi, scrittrice molto ironica e dall’umorismo tagliente originaria di Goro, dedita a romanzi e racconti soprattutto gialli e noir, ambientati in prevalenza nella provincia di Ferrara. Si chiuderà, infine il 17 marzo con un altro autore contemporaneo di primissimo piano, Valerio Varesi, scrittore e giornalista della redazione bolognese di Repubblica, famoso per i suoi gialli dai quali è stata tratta la serie televisiva “Nebbie e delitti”, girata tra Ferrara e Comacchio con l’attore Luca Barbareschi”.
Un’altra novità di quest’anno sarà la costituzione del gruppo di lettura AmicidellaMuratori che permetterà, a chi vorrà partecipare, di riunirsi e di confrontarsi sulle proprie letture. “Ci teniamo che questi incontri prendano piede e diventino consuetudine – ha spiegato ancora Anastasia Rizzoni – Sarebbe bellissimo se continuassero anche dopo che si saranno esauriti quelli programmati”.
I Tè Letterari Edizione 2015-16 si inseriscono, infatti, in un progetto di crescita culturale complessiva promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Comacchio nel corso degli ultimi anni. Il servizio offerto alla collettività di promozione alla lettura, nasce e si sviluppa con l’intento di stimolare il desiderio ed il piacere della lettura anche attraverso la conoscenza e la “familiarità” con l’istituzione pubblica della biblioteca. Un’idea apprezzata anche dall’autore Simoni, che così ha concluso il suo intervento: “In Italia vediamo proliferare un’apertura delle biblioteche verso le persone, con circoli letterari che non sono più dei gruppi chiusi, ma degli spazi aperti a tutti. C’è come una volontà di far capire che scrivere e leggere sono cose che fanno bene alla salute. Mi inorgoglisce molto, quindi, che anche Comacchio cerchi di portare avanti questo messaggio”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi