Home > COMUNICATI STAMPA > Giovedì 21 maggio dalle ore 15 al Teatro De Micheli Nuovo appuntamento del progetto Legalità della Direzione Didattica di Copparo

Giovedì 21 maggio dalle ore 15 al Teatro De Micheli Nuovo appuntamento del progetto Legalità della Direzione Didattica di Copparo

da: organizzatori

Da Roma Capitale a Expo, le più recenti indagini giudiziarie hanno gettato luce sulla vasta trama della corruzione, che in Italia coinvolge politica, mondo imprenditoriale, fino a lambire i vertici della cosa pubblica. La sensazione è che il fenomeno sia preoccupante non solo, o non tanto, per la dimensione espressa dalle fredde cifre, quanto per la sua pervasività. La corruzione diviene un fenomeno collettivo e l’onestà un fenomeno individuale

L’elemento più preoccupante è la progressiva perdita del senso del bene comune e del benepubblico, che sfocia in disinteresse o accettazione sociale dei reati commessi contro la cosa pubblica. E in questo clima d’indifferenza, fino alla vera e propria tolleranza dell’illegalità, trova terreno fertile la penetrazione delle organizzazioni criminali.

Legalità dobbiamo essere tutti noi. Legalità è responsabilità, anzi corresponsabilità. […]

Legalità è la nostra Costituzione: il più formidabile dei testi antimafia. Le mafie e ciò che le alimenta – l’illegalità, la corruzione, gli abusi di potere – si sconfiggono solo costruendo una società più giusta.

Legalità è speranza. E la speranza si chiama “noi”. La speranza è avere più coraggio. Il coraggio ordinario a cui siamo tutti chiamati: quello di rispondere alla propria coscienza”. (Don Luigi Ciotti)

Legalità, rispetto delle regole
e cultura della responsabilità condivisa come fattori di prevenzione contro il radicamento delle organizzazioni criminali saranno i temi al centro del convegno organizzato dalla Direzione Didattica di Copparo nell’ambito del Progetto “Legalità”, in collaborazione con Spi-Cgil e
il Coordinamento Provinciale di Ferrara di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Ospite d’onore sarà Piercamillo Davigo, che ha fatto parte del pool milanese di Mani Pulite ed è ora Consigliere della II Sezione Penale presso la Corte di Cassazione, intervistato da Stefano Scansani, direttore de La Nuova Ferrara.

Questo è il terzo incontro, dopo quello con la professoressa Chiara Bergonzini, docente di diritto costituzionale presso l’Università di Ferrara, sulla nostra Costituzione e quello con Gaetano Alessi, giornalista e scrittore, sull’infiltrazione della criminalità organizzata nella nostra regione. Il progetto “Legalità” si chiuderà sabato 23 maggio al Teatro De Micheli alle ore 10.00, con la presentazione da parte dei bambini della nostra Direzione  Didattica degli elaborati realizzati nel corso dell’anno scolastico in classe con le loro maestre.

Appuntamento giovedì 21 maggio dalle ore 15 al Teatro De Micheli

(Piazza del Popolo 11/A, Copparo)

Piercamillo Davigo è Consigliere della Corte Suprema di Cassazione. Entrato in Magistratura nel 1978 con funzioni di giudice presso il Tribunale di Vigevano, nel 1981 è diventato sostituto procuratore presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Milano, dove ha condotto importanti inchieste sulla criminalità organizzata, sui reati finanziari e societari e sui reati contro la pubblica amministrazione. Nei primi anni Novanta ha partecipato all’inchiesta divenuta famosa con il nome di “Mani Pulite”. Successivamente, ha ricoperto altri importanti incarichi, ha scritto numerosi libri di taglio prevalentemente scientifico e partecipato a convegni e seminari.

 

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi