Home > COMUNICATI STAMPA > Gli studenti dell’istituto “Montalcini” di Argenta e Portomaggiore ricordano la shoah nel 75°anniversario della liberazione di Auschwitz

Gli studenti dell’istituto “Montalcini” di Argenta e Portomaggiore ricordano la shoah nel 75°anniversario della liberazione di Auschwitz

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Ufficio stampa IIS Montalcini

Ricordare il martirio subito dal popolo ebraico durante il secondo conflitto mondiale rappresenta un dovere morale al quale tutti noi non dovremmo mai sottrarci.

E’ questa la finalità prioritaria che si sono posti gli studenti del Montalcini attraverso la messa in opera di attività ed iniziative volte a commemorare il 15° anniversario del MEMORY DAY.

Proclamata dall’ONU nel 2005 in ricordo delle vittime dell’Olocausto Ebraico , la Giornata della Memoria costituisce un evento imprescindibile per riflettere non soltanto su uno dei crimini di massa più efferati compiuti dall’umanità , ma diventa un’occasione di discussione riguardo ad ogni forma di violenza compiuta verso l’altro, soprattutto se quest’ultimo è debole ed indifeso.

Quest’anno i docenti hanno ritenuto opportuno lasciare ampio spazio di iniziativa ai ragazzi nelle proposte e nell’organizzazione delle attività ricorrendo alla metodologia didattica proficua ed arricchente della peer-education .

Da anni , infatti, gli studenti delle ultime classi accompagnano l’inserimento ed il percorso scolastico degli alunni del biennio.

Ne è uscita un’ampia e variegata rosa di iniziative in cui ogni singola classe ha contribuito con il proprio apporto , sviluppando una particolare tematica correlata all’Olocausto .

Tre le finestre di interesse al centro dei dibattiti organizzati dai ragazzi , l’infanzia violata dei piccoli prigionieri dei campi della morte ,lo sport come strumento di riscatto sociale e di integrazione fra popoli e culture diverse, il valore prezioso delle testimonianze dei sopravvissuti, in particolare nella realtà di Ferrara .

Le riflessioni scaturite dai dibattiti dei ragazzi del biennio , dopo la visione di brevi filmati incentrati su queste aree tematiche , hanno trovato una concreta realizzazione nella produzione di cartelloni dove gli studenti hanno riportato immagini, pensieri, citazioni, disegni, dando prova non solo di creatività, ma anche di un’apprezzabile capacità critica.

Le classi quarte e quinte hanno, invece,assistito alla visione del docu-film del giovane regista-attore Stefano Muroni ” Ferrara , la forza della memoria” e le interviste a Liliana Segre e Perlasca, che hanno sottolineato le condizioni di non vita delle numerose famiglie ebraiche ai tempi delle leggi razziali, a cui ha fatto seguito un dibattito di riflessione imbastito dai ragazzi stessi sull’indifferenza di ieri e di oggi.

E’ stata una mattinata densa di eventi, in cui i protagonisti indiscussi sono stati proprio gli studenti, quali hanno dato prova di impegno e serietà nell’affrontare un motivo storico che, in uno scenario come quello in cui siamo oggi inseriti, dove sempre più frequentemente serpeggiano pericolose tendenze discriminatorie verso chi è più debole ,diventa di stringente attualità .

La conclusione di questa mattinata di studio, ricerca, ascolto e confronto attivo é stata che ricordare é importante, perché la memoria é necessaria per evitare che il male ritorni sottolineando il fatto che la memoria ci rende liberi e non solo il 27 gennaio.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi