Home > COMUNICATI STAMPA > Gorino. La Capo Barca Elisa Passarella: “Di mestiere faccio la pescatrice”.

Gorino. La Capo Barca Elisa Passarella: “Di mestiere faccio la pescatrice”.

Tempo di lettura: 2 minuti

 

Comunicato Stampa Confcooperative Ferrara.

Si chiama Elisa Passarella, è nata a Gorino. Ora vive a Goro. Siamo nel Parco del Delta del Po. Nel cuore della pesca/acquacoltura della Provincia di Ferrara. Elisa è socia della “Cooperativa del Mare” aderente al sistema di Confcooperative FedagriPesca Ferrara. E’ una Capo Barca e fa la pescatrice da 20 anni. E’ stato il padre, dopo la morte della madre, a proporle questo mestiere. Il paese è piccolo, e la pesca/acquacoltura è il settore che offre maggior lavoro. Una attività che non conosce giorni di festa. Fatica e rispetto del mare sono le prime cose che si imparano.

“Si esce in mare seguendo rigorosamente il ritmo delle maree. Non ci sono orari. A volte anche a notte fonda. E’ la mia vita, la mia normalità…” racconta Elisa.Fino a 20 anni fa questo era un lavoro da uomini, poi la tecnologia in questo settore, ha fatto la differenza. La parte meccanica motorizzata, qui, è sinonimo di maggior dignità e sicurezza del lavoro migliorando lo sforzo e la fatica fisica. Sono la capo barca di un mezzo di mia proprietàdice con voce orgogliosaalcune donne, mia sorella e mio padre restano a bordo, io invece scendo in acqua con una muta in gomma. Entro in acqua con l’idrorasca munita di rete/cogollo, dove vengono raccolte le vongole, ad una profondità media di circa un metro. Vengono poi selezionate in barca, insaccate e portate in banchina a Gorino, dove vengono pesate e spedite negli Stabulari, C.D.M Centro Depurazione Molluschi.

E’ un lavoro che amo, è la mia storia e la storia della mia famiglia. Per qualcuno è ancora un lavoro da uomini pescare, e la mia presenza inizialmente, probabilmente, dava fastidio. Con altri invece c’è un bellissimo rapporto…”.

L’economia del mare è strategica per il rilancio di questo territorio e del nostro paese. La cooperazione ha un compito importante” afferma Vadis Paesanti, vicepresidente Confcooperative FedAgriPesca ER “creare una filiera più moderna e strutturata dove uomini e donne possano trovare in questo settore una professione che guarda al futuro, incentivi i consumi, valorizzi e faccia conoscere il prodotto di questo splendido territorio”. 

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi