Home > COMUNICATI STAMPA > Grandi Opere, Donini: “Fiducia nel lavoro dei magistrati. La Cispadana va realizzata, ma nelle procedure nessuna ombra”

Grandi Opere, Donini: “Fiducia nel lavoro dei magistrati. La Cispadana va realizzata, ma nelle procedure nessuna ombra”

logo-regione-emilia-romagna

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna

“Esprimo totale fiducia nel lavoro dei magistrati e il convincimento che Alfredo Peri, ex assessore alla Mobilità e Trasporti della Regione Emilia-Romagna, Miro Fiammenghi, ex consigliere regionale, e Graziano Patuzzi, presidente di ARC (Autostrada Regionale Cispadana), possano dimostrare la loro estraneità dalle accuse contestategli e l’assoluta correttezza dei comportamenti tenuti nello svolgimento dei loro incarichi”. Così l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini, commentando le notizie relative all’inchiesta Grandi Opere.

“Per quanto riguarda l’Autostrada Cispadana, quest’amministrazione regionale si è impegnata fin dal suo insediamento, nel gennaio scorso, a richiedere la conclusione della procedura di VIA e il passaggio della concessione allo Stato – ricorda Donini – . Così come definito nel Programma di Mandato, consideriamo la Cispadana un’opera strategica, sia per il valore trasportistico che per dare maggiore competitività a un territorio in cui sono insediate migliaia di imprese e di lavoratori. Confermiamo il nostro impegno – conclude l’assessore – e la nostra determinazione a seguire le procedure per la sua realizzazione, nel rispetto della massima trasparenza e legalità”.

La Cispadana, in sintesi
Dopo una lunga e articolata procedura di project financing avviata nel luglio del 2006, il 25 novembre 2010 è stata sottoscritta la convenzione tra la Regione Emilia-Romagna e ARC, la società di progetto costituita successivamente all’individuazione del concessionario dell’opera. In seguito all’approvazione del progetto preliminare e la predisposizione del definitivo, il 3 ottobre 2012 il concessionario ha presentato richiesta al ministero dell’Ambiente di attivazione della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) che, nonostante siano trascorsi quasi tre anni, non risulta ancora definitivamente conclusa. La Regione ha inoltre avviato, come previsto dalla legge, nel dicembre del 2012 una Conferenza di servizi finalizzata all’Accordo di programma per introdurre varianti alla pianificazione urbanistica; Conferenza attualmente sospesa in attesa della conclusione della procedura di VIA ministeriale. Dopo la sottoscrizione (aprile 2013) della nuova Intesa Generale Quadro fra la Regione e il Governo, l’Autostrada regionale Cispadana è stata inserita nell’XI allegato Infrastrutture Strategiche al DEF (Documento di Economia e Finanza). Nel frattempo lo Stato, con lo “Sblocca Italia”, prevede la possibilità di subentrare alla Regione nella concessione, in virtù dell’inserimento dell’opera, qualificata di “rilevanza strategica nazionale”, nell’allegato. Nel collegato alla proposta di legge Finanziaria 2015 della Regione Emilia-Romagna, è previsto che la stessa possa adottare tutti i provvedimenti per permettere anche l’eventuale trasferimento allo Stato della somma disponibile per la realizzazione dell’infrastruttura.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi