Home > PARTITI & DINTORNI > Gruppo Consiliare PD: Interpellanza su rapporti Comune – Università.

Gruppo Consiliare PD: Interpellanza su rapporti Comune – Università.

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Gruppo Consiliare Partito Democratico

Premesso che nella precedente legislatura era stata istituita la commissione speciale Unitown (dal nome della rete europea delle città universitarie cui appartiene Ferrara) con l’obiettivo di discutere e promuovere buone pratiche nel rapporto tra comunità cittadina e universitaria; – La commissione era mista, ossia composta da consiglieri comunali di maggioranza e opposizione, dai rappresentanti degli studenti e del corpo docente; – Dopo un iniziale proficuo avvio dei lavori, al termine della legislatura le materie di competenza della commissione in oggetto furono, per decisione del Consiglio Comunale, trasferite alla II commissione;

Constatato che recentemente, molte sono state le novità introdotte dall’ateneo ferrarese, a partire dal superamento del numero chiuso per alcuni corsi di laurea, nonché, con l’anno accademico in corso, l’aumento del numero disponibile per i posti di Medicina e Chirurgia da 180 a 600; tale cambiamento ha comportato l’arrivo in città di centinaia di giovani alla ricerca di una stanza o di un appartamento, impattando sul mercato immobiliare ferrarese (e conseguentemente sui prezzi dei canoni, con un aumento percentuale che sembra opportuno verificare e quantificare per monitorarne l’incidenza sull’accessibilità al mercato immobiliare anche delle famiglie residenti), oltre che sulla vita notturna (con le note difficoltà di convivenza e di cura degli spazi pubblici), rimettendo al centro dell’agenda della città universitaria il tema della convivenza tra residenti e studenti e la necessità di pensare e ripensare molti servizi di cui devono legittimamente poter usufruire gli studenti;

Tenuto conto che l’Assessore Balboni, con delega all’Università, ha più volte dichiarato di voler dar vita ad una “consulta città universitaria”, di cui è possibile immaginare gli obiettivi ma non la composizione né le modalità di azione; – I cambiamenti in atto sopra descritti necessitano della più ampia condivisione tra forze politiche, istituzioni, Università e privati stakeholders;

La sottoscritta Consigliera interpella il Sindaco e l’Assessore competente per conoscere tempistiche e modalità di costituzione di detta consulta; se essa intenda sostituire l’apposita commissione consiliare; in caso di risposta affermativa se la consulta sarà – come riteniamo doveroso – composta oltre che dall’Assessore anche da rappresentanti delle forze politiche nel rispetto del consiglio comunale e della sua composizione, quindi da maggioranza e opposizione – Per invitare alla convocazione della apposita commissione nelle more della risposta scritta alla presente e della eventuale istituzione della consulta.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi