Home > COMUNICATI STAMPA > Halloween Fantasy tra musica e parole

Halloween Fantasy tra musica e parole

Da: Organizzatori

Appuntamento all’insegna di Halloween si è tenuto alla libreria La Feltrinelli di Ferrara. Organizzato in collaborazione con Autori a Corte Outside e casa Editrice La Carmelina, è stato un incontro molto originale tra musica e parole. Due autrici che presentavano i loro libri di genere fantasy Vittoria Tomasi e Roberta Marrelli e Patrizia Benetti che presentava i suoi racconti noir. Non poteva mancare il cantautore Leonardo Veronesi che ha interpretato alcuni brani del suo ultimo album ‘Non hai tenuto conto degli zombie’. Moderava e collegava i vari interventi Matteo Rubbini che in modo molto ironico e intelligente ha cercato di intrattenere il numeroso pubblico presente rimpallando le domande tra Veronesi e le autrici presenti sviluppando il tema del comune denominatore che li univa ‘La Paura’ addirittura intervistando lo zombie che accompagna Veronesi nel suo tour live di presentazione dell’album. Tanta ironia anche nell’affrontare argomenti legati al quotidiano che i testi di Veronesi affrontano sempre con un taglio particolarmente originale. Le autrici stimolate dalle provocazioni Rubbini hanno spiegato le loro fonti di ispirazione a volte con riferimenti alla realtà altre appoggiandosi totalmente sulla loro fantasia. Musica e parole ancora una volta hanno interagito in grande armonia arricchendosi e presentando un vero talk show che ha intrattenuto piacevolmente i presenti accolti all’entrata da due bellissime streghe che distribuivano caramelle e dolcetti. Ancora una volta la formula di unire linguaggi diversi che gli organizzatori di Autori a corte Vincenzo Iannuzzo e Federico Felloni hanno già sperimentato durante le presentazioni estive ha fatto centro. Una insolita presentazione che ha preso a pretesto la festa di Halloween per fare cultura in modo intelligente. Veronesi sta presentando i suoi brani in contesti sempre diversi perché la sua musica possa arrivare ovunque riscuotendo successo per la sua empatia e per la qualità delle sue produzioni. Era accompagnato dal valente chitarrista Eugenio Cabitta con cui si è creato uno stimolante feeling artistico. Animazione di Jazz Studio Dance e Zombie 2.0.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi