Home > COMUNICATI STAMPA > Hera: a Ferrara quasi triplicati contenitori stradali per la raccolta di olio alimentari

Hera: a Ferrara quasi triplicati contenitori stradali per la raccolta di olio alimentari

Da: Hera

Viene così potenziato il servizio di raccolta di questo particolare rifiuto, che correttamente trattato diventa biocarburante green o energia elettrica. Nel 2015 l’olio alimentare raccolto nel solo Comune di Ferrara sfiorato le 26 tonnellate. Hera ha avviato in questi giorni la collocazione nel Comune di Ferrara di 15 nuovi contenitori stradali specificamente dedicati agli oli alimentari. Salgono così a 23 i contenitori di questo tipo a disposizione dei cittadini, per assicurare una copertura capillare di punti di raccolta per questo particolare rifiuto.Nel 2015 sono state conferite dai cittadini ferraresi complessivamente 26 tonnellate di olio alimentare, 11 tonnellate proprio attraverso le colonnine stradali mentre la restante parte è stata raccolta nelle stazioni ecologiche.Proprio per promuovere la raccolta degli oli in modo sempre più corretto e sensibilizzare la cittadinanza Hera e l’Amministrazione comunale hanno deciso di ampliare la dotazione di contenitori dedicati a questa raccolta, già ora molto utilizzati.

Una raccolta a tutela dell’ambiente: l’obiettivo è incrementare ancora la separazione dell’olio, perché si tratta di un rifiuto molto dannoso per l’ambiente quando non trattato correttamente. Se versato negli scarichi domestici, e quindi nelle fognature, oltre a provocare danni al sistema di depurazione e alle reti fognarie, causa un importante aggravio all’inquinamento ambientale. Inoltre, se finisce nell’ambiente o se viene versato impropriamente nell’acqua o nel suolo, anche un solo litro di olio può contaminare seriamente la falda e le acque superficiali, formando una pellicola che ostacola l’ossigenazione dell’acqua.

Come conferire l’olio alimentare nei contenitori stradali: per tutte queste ragioni è importante separare accuratamente l’olio alimentare (cioè l’olio adoperato in cucina, quello da frittura o utilizzato per conservare gli alimenti nei vasetti), che può essere conferito nei contenitori stradali all’interno di normali bottiglie o flaconi in plastica (diametro massimo 18 cm), chiusi con il loro tappo. Non si può invece versare direttamente l’olio nelle colonnine o nei contenitori stradali. In questo modo, Hera integra sul territorio il servizio di raccolta oli già disponibile nelle stazioni ecologiche, dove, invece, l’olio può essere versato direttamente negli appositi contenitori. Da rifiuto a risorsa per produrre energia elettrica o biodiesel Grazie alla corretta differenziazione, l’olio raccolto da Hera diventa una risorsa: infatti, opportunamente trattato, viene utilizzato per produrre energia elettrica o biodiesel. Con 1.000 tonnellate di olio alimentare è possibile produrre energia elettrica per sostenere i consumi di circa 4.000 abitanti, mentre da un litro si ricavano circa 0,85 litri di biodiesel, da utilizzare come combustibile negli impianti di riscaldamento o come carburante, miscelato con il gasolio o da solo, in grado di contribuire alla riduzione dei gas serra con emissioni di oltre l’80% inferiori ai combustibili derivanti dal petrolio.

Dove conferire l’olio alimentare nelle colonnine stradali: le 15 colonnine per la raccolta che sono state installate in questi giorni da Hera si aggiungono a quelle già presenti sul territorio comunale, dove arriva a 23 il numero totale di cassonetti specificamente dedicati. È possibile trovarli in tutti i quartieri cittadini, e in particolare: Ferrara: via Boldini 12, via Porta Po 80 (nei pressi della chiesa di San Benedetto), via Porta Mare 98, Piazza XXIV Maggio 8-10, via Argine Ducale 180 (nei pressi del supermercato Conad), via Giuseppe Fabbri (angolo via Mosconi), via Modena (nei pressi del supermercato Coop), via Olimpia Morata (nei pressi del supermercato Eurospin), viale Krasnodar 40 (controviale centrale); zona Barco: via Angelica (nei pressi del supermercato Eurospar); zona Villa Fulvia: via De Andrè (nei pressi del supermercato Conad); zona Borgo Punta: via Elsa Morante (fronte n. 10), via della Siepe 38 (nei pressi del supermercato Cà Doro); Pontelagoscuro: Piazza Buozzi 22 (nei pressi dei portici); Porotto: via Ladino 10 (nei pressi della scuola media); Boara: via Riminalda 15; Francolino: via Calzolai (fronte n. 460); Pontegradella: via Pioppa (nel parcheggio di fronte alle Poste); Malborghetto: via dei Mughetti (nel parcheggio di fronte al n. 11); San Bartolomeo in Bosco: via Masi 133 (nei pressi delle scuole); San Martino: via Chiesa (nei pressi delle scuole); Gaibanella: via Ravenna (nei pressi del parcheggio della banca); Villanova: via Ponte Assa 28.

“Con il posizionamento di questi nuovi 15 contenitori stradali – ha dichiarato Caterina Ferri Assessore all’Ambiente del Comune di Ferrara – puntiamo ad incrementare ulteriormente la raccolta dell’olio, un rifiuto molto dannoso se non adeguatamente separato. Un servizio aggiuntivo che consentirà a tanti ferraresi di differenziare senza doversi recare appositamente al centro di raccolta”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi