COMUNICATI STAMPA
Home > INCHIESTE & ANALISI > ALTRI SGUARDI > Chiedetelo ai bambini
Tempo di lettura: 4 minuti

I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stufano di spiegargli tutto ogni volta. (Antoine de Saint-Exupéry).

CINEMA: VELTRONI, VI RACCONTO I BAMBINII bambini sanno, molto più di noi, più di molti adulti che hanno perso riferimenti, orientamenti e valori. La bocca della verità, la saggezza di chi conosce il mondo ancora troppo poco. Quante volte siamo rimasti esterrefatti e allibiti, spesso imbarazzati, dalla sincerità di figli e nipoti, dalla capacità di dire, a muso duro, verità inascoltate o che non si vogliono sentire. “Beata innocenza”, bofonchiava il nonno messo in difficoltà dall’audace nipotino che aveva dato della befana a un’anziana vicina, sorridendo sotto i candidi e curati baffi. “Beata verità”, sorrideva la mamma che ascoltava il figlioletto che chiedeva tempo al papà. Tempo per stare insieme, tempo per giocare, tempo che non fosse lavoro e fretta di arrivare in orario.
I bambini sanno e le interviste dell’omonimo film di Walter Veltroni ce lo confermano ancora una volta. Italiani, colombiani, filippini, senza distinzione. Un incontro con 39 bambini, tra gli 8 e i 13 anni, che raccontano il nostro tempo. Interrogati sulla vita, l’amore, le loro passioni, il rapporto con Dio, la crisi, la famiglia e l’omosessualità. Molti di loro sono innamorati, e vogliono amare, ma non come lo fanno i grandi. Alcuni non si scandalizzano se si hanno due papà o due mamme, basta che i genitori li amino senza condizioni. Altri hanno perso il conto delle ex mogli di papà o dei fidanzati di mamma, sono confusi sul numero dei fratelli, ma capiscono che due genitori separati sono meglio di due che litigano sempre, quando si cerca di interrompere le grida facendo cadere oggetti e piatti per distrarli. Si confessano i sentimenti, si ricordano nonni uccisi dai terroristi, nei bui anni Settanta, non capendo come si possa togliere la vita a qualcun altro. O anche solo immaginarlo. Pregano a modo loro, si confessano come meglio credono, si prendono per mano senza alcuna remora. Abbracciano e si abbracciano, corrono a perdi fiato, liberi e senza meta, solo per la felicità di correre. Con il vento per amico. Qualcuno spera sempre in un mondo migliore, non è poi tanto difficile. Le loro storie scorrono sullo schermo che non abbandona il filo del pensiero, qualcuno è stato adottato e riportato a nuovo amore. Ferite che si rimarginano, dolcemente, lentamente, gradualmente. Quando i bambini soffrono, soffrono più dei grandi. Non lo capiremo mai abbastanza. Dovrebbero essere loro a insegnare ai genitori come vivere, come basti poco per essere in pace. Piccole preziose perle di saggezza, candore e ingenuità. Con i loro occhi lucenti e trasparenti, con le loro manine che chiamano, i nasini che guardano insù. E invece nessuno li ascolta. Almeno non abbastanza. Dovremo imparare a farlo, perché i bambini sanno. Tutto.

51041I bambini sanno, di Walter Veltroni, Italia, 2015, documentario, 113 mn.

I bambini non sanno quello che non si vuole che sappiano, però guardano, intuiscono, imitano. Non hanno strumenti per ribellarsi, o non li hanno ancora. (Goffredo Fofi)

Il film è andato in onda su Rai Tre giovedì 17 marzo. Riguarda il film

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Carretto, carretto a due ruote, carrettoni
Un carretto che si chiama Marghera
CONTRO VERSO
Il padre a luci rosse
I BAMBINI SENZA CORONA
BUFALE & BUGIE
Chi è il nuovo untore?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi