Home > DIALOGHI DELLA VAGINA / RUBRICA > I DIALOGHI DELLA VAGINA
Due storie di baci…

I DIALOGHI DELLA VAGINA
Due storie di baci…

Due uomini raccontano i loro baci rubati, improvvisi, forti e decisi. Baci di stupore, baci anonimi che durano il tempo di un concerto dei Pink Floyd, oppure scoppiano a fine estate.

Un concerto al bacio

Cara Riccarda,
concerto dei Pink Floyd a Modena, mille anni fa. Ai tempi di ‘The division bell’ il concerto era un insieme di tantissimi effetti speciali: il prato era metà terra e metà fango, il gruppo di amici con cui ero andato, era triste e io lo ero mille volte di più.
Li lascio per andare sotto il palco, inizio a infilarmi tra le gente e, a un certo punto, sento qualcosa aggrappato al braccio: una ragazza. La guardo e mi fa “ho visto che andavi avanti e mi sono attaccata”. “Ah, ok” dico io. La chiatarra di David Gilmour era ipnotica, guardiamo abbracciati Money, Wish you were here e Shine on you crazy diamond. Alla fine le chiedo se le è piaciuto, e lei “sì, bello, e poi c’eri tu”. Quel bacio rubato s’intrecciava in un momento talmente triste della mia vita sentimentale che ho lasciato che passasse così, come acqua tra le dita. E non ci siamo nemmeno chiesti il nome.
Fabio

Saluti e… bacio

Cara Riccarda,
avevo vent’anni, in vacanza al mare c’era la cugina di una mia amica. L’amica quell’anno era assente, così, frequentando lo stesso stabilimento e conoscendo tutti i genitori, stavamo insieme dalla mattina alla sera. Lei era fidanzata e ormai a fine storia. Verso la conclusione della vacanza, dovetti partire per un impegno sportivo di campionato, lei mi abbracciò e baciò. Rimasi esterrefatto e l’amore che già provavo per lei, ma che non mi confessavo, sbocciò con tutta la sua prepotenza.
Al ritorno dal campionato, mi venne a trovare a Ferrara e da lì iniziò una breve ma intensa storia d’amore.
Luca

Potete scrivere a parliamone.rddv@gmail.com

Commenta

Ti potrebbe interessare:
DIARIO IN PUBBLICO
Odio l’estate
I DIALOGHI DELLA VAGINA
A DUE PIAZZE – Lapsus rivelatori e sguardi complici: due lettori si confessano
Aspettando la notte
Sabbia nelle scarpe

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi