Home > DIALOGHI DELLA VAGINA / RUBRICA > I DIALOGHI DELLA VAGINA
Un fisico… sottotraccia

I DIALOGHI DELLA VAGINA
Un fisico… sottotraccia

Tempo di lettura: 2 minuti

“…a 40 anni, uno dovrebbe sapere che fisico emotivo ha…”. Leggo l’intervista su Io Donna a Chiara Gamberale, immensa, ancora più materna di quanto già non fosse.
Vero, a 40 anni si dovrebbe conoscere il proprio fisico emotivo. Mi chiedo se poi lo abbiamo tutti o se qualcuno è risparmiato da quel mondo sotto l’esoscheletro che viaggia un po’ per conto suo.
Il mio fisico emotivo è ciò che non avevo mai conosciuto di me fino a quando non ha detto vai o fermati. E’ la sostanza attraverso cui passo, è la risposta alle cose che mi vengono incontro, sono i contorni che cerco di dare e le sfumature che poi preferisco scegliere. Può respingere, ma ama accogliere, butta dentro e difficilmente butta via. E’ una materia, la immagino come una specie di palla di pongo in cui sono mischiati tutti i colori e non si distinguono più.
Il fisico emotivo se ne frega della strategia, è puro momento, sta vicino al vuoto e si scambiano di posto. E’ azione e reazione insieme, ma anche silenzio e attesa. Quando l’esoscheletro diventa pesante e lo schiaccia, si fa impercettibile, aspetta momenti migliori e più leggeri che arrivano sempre.

E per voi cos’è il fisico emotivo? Come lo percepite?

Potete mandare le vostre lettere a parliamone.rddv@gmail.com

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Come un pensiero
Caminetto fuoco
Il camino e lo spirito di Roman
PRESTO DI MATTINA
L’amicizia è metà della vita
L’ultima brezza dell’anima

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi