Home > COMUNICATI STAMPA > IDROVIA FERRARESE, NELLA MATTINATA DI OGGI 3 LUGLIO
Per fare il punto sull’avanzamento dei lavori, visita a tre cantieri alla presenza anche del governatore Bonaccini

IDROVIA FERRARESE, NELLA MATTINATA DI OGGI 3 LUGLIO
Per fare il punto sull’avanzamento dei lavori, visita a tre cantieri alla presenza anche del governatore Bonaccini

Tempo di lettura: 5 minuti

Da: Ufficio stampa Nevent Comunicazione

Il presidente della Regione ha fatto tappa presso Ponte Bardella sul Canale Boicelli a Ferrara, Ponte Madonna in località Migliarino, nel comune di Fiscaglia e a Final di Rero di Tresignana, dove ha assistito al varo dell’imponente impalcato, lungo oltre 30 metri e dal peso di 125 tonnellate, del ponte provvisorio. Entro fine agosto a Final di Rero saranno superati i problemi derivanti dalla deviazione del traffico pesante.

Idrovia Ferrarese: ripartono i lavori. In questi giorni, dopo l’inevitabile rallentamento dovuto all’emergenza sanitaria, sono ben tre i cantieri in cui tecnici, operai e ruspe hanno ripreso la loro attività. I Comuni interessati sono Fiscaglia, Ferrara e Tresignana. In tutte e tre i casi si tratta di lavori che permettono di aggiungere nuovi importanti tasselli al completamento dell’Idrovia Ferrarese, un progetto fortemente innovativo che ha l’obiettivo di realizzare un collegamento via acqua dalla Conca di Pontelagoscuro a Porto Garibaldi che assicura la navigabilità per i natanti di V classe europea (classificazione CEMT).

I TRE CANTIERI, LO STATO DELL’ARTE

Entrando nel dettaglio, i tre cantieri attivi sono quelli del Ponte Bardella, sul Canale Boicelli a Ferrara, del ponte provvisorio a Final di Rero e del Ponte Madonna in località Migliarino, nel comune di Fiscaglia. Rispetto all’avanzamento dei lavori nel caso dei Ponti Madonna e Bardella siamo nella prima fase, quella legata all’accantieramento, durante la quale si effettuano tutte le verifiche preliminari, si recinta l’area dove verranno effettuati gli interventi e si eseguono le prime movimentazioni di terreno. Decisamente a uno stadio più avanzato la situazione a Final di Rero, dove, nella mattina di oggi 3 luglio, con il varo dell’impalcato metallico del ponte provvisorio, si sono collegate le due sponde del Po di Volano creando così i presupposti per completare in tempi rapidi (entro fine agosto) la viabilità alternativa che permetterà di superare le criticità attualmente esistenti a causa delle condizioni non ottimali della struttura dell’attuale Ponte di Final di Rero a causa delle quali, da febbraio 2018, è vietato il transito dei mezzi di peso superiore a 15 tonnellate. Il ponte provvisorio, in attesa che sia realizzata l’opera definitiva, consente anche ai mezzi più pesanti di attraversare in piena sicurezza il Po di Volano evitando allungamenti di percorso con aumento dell’inquinamento e dei rischi legati alla sicurezza del traffico. Questa fase temporanea consentirà di portare a termine gli interventi già previsti nell’ambito del “Lotto 2 Stralcio 1°Final di Rero” che prevede il risezionamento della curva di Final di Rero e la realizzazione di un nuovo ponte.

LA VISITA

A sottolineare l’importanza del progetto e in particolare il momento nevralgico che i cantieri stanno vivendo, nella giornata di oggi le tre aree di lavoro sono state visitate da una delegazione di rappresentanti politici, regionali e locali, guidati dal governatore Stefano Bonaccini e di cui, per la Regione, hanno fatto parte anche, Andrea Corsini, Assessore alla mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio, Paolo Calvano, Assessore al bilancio, personale, patrimonio, riordino istituzionale, Irene Priolo, Assessore all’ambiente, difesa del suolo e della costa, protezione civile, e i consiglieri Marcella Zappaterra e Marco Fabbri; a livello locale erano presenti Barbara Paron, presidente della Provincia di Ferrara, Alan Fabbri, sindaco di Ferrara, Laura Perelli sindaco di Tresignana, Maurizio Barbirati Assessore/Vice Sindaco Lavori Pubblici, Patrimonio, Urbanistica, Mobilità, Sanità, Cultura, Rapporti con le Frazioni, Fabio Tosi, sindaco di Fiscaglia ed Elena Rossi, sindaco di Ostellato. Del gruppo hanno fatto parte anche i direttori della Direzione generale cura del territorio e dell’ambiente e dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, rispettivamente Paolo Ferrecchi e Rita Nicolini, Claudio Miccoli, Dirigente Servizio Area Reno e Po di Volano dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile e Responsabile Unico del Procedimento (RUP) e alcuni rappresentanti delle aziende che stanno effettuano i tre interventi. La visita ai cantieri, durata l’intera mattinata, iniziata alle ore 10 dal Ponte Bardella sul Canale Boicelli a Ferrara è poi proseguita a Final di Rero per concludersi nel comune di Fiscaglia in località Migliarino al ponte Madonna.

“La visita di oggi è doppiamente importante perché da un lato si parla della prosecuzione di un progetto di respiro europeo attento anche agli aspetti di tutela dell’ambiente. Dall’altro va sottolineato quanto la attivazione dei cantieri sia un elemento fondamentale per dare nuovo slancio all’economia e in particolare al settore costruzioni dopo un momento difficile” ha dichiarato durante la visita il governatore Stefano Bonaccini. Da parte sua, Alan Fabbri sindaco del Comune di Ferrara ha evidenziato quanto il progetto Idrovia Ferrarese sia strategico per il territorio e utile per consolidare l’inscindibile legame con le vie fluviali e il mare.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi