COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Il 2013 dell’Urp: 13 mila contatti in più

Il 2013 dell’Urp: 13 mila contatti in più

logo-regione-emilia-romagna

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna
Online il report sull’attività. Bortolazzi: “Lavoriamo per dare informazioni a tutti i cittadini e garantire la trasparenza dell’amministrazione”

Bologna – Oltre 43 mila contatti in un anno. E’ questo il dato riassuntivo più eloquente del report annuale sulle “relazioni con il pubblico” gestite tramite l’ Urp regionale nel corso del 2013.

Il numero di contatti supera di oltre 13 mila il dato medio degli anni precedenti, attestatosi in genere tra i 29 e i 30 mila contatti per quasi un decennio. L’aumento, spiega il rapporto dell’Urp, è stato determinato soprattutto dall’attività di risposta data dagli uffici su problemi e richieste di informazioni legate della ricostruzione avviata dopo il terremoto del maggio 2012 sisma e al perdurare della crisi economica.

In particolare le linee dedicate alla formazione e al lavoro hanno ricevuto oltre 6 mila contatti mentre sono state più di 7 mila le richieste di informazione arrivate in Regione attraverso i canali istituiti per dare risposte ai cittadini sulla ricostruzione e sugli aiuti per il dopo sisma (che si aggiungono agli oltre 5 mila contatti gestiti direttamente dalla Direzione alle attività produttive).

A circa metà degli utenti, l’Urp e gli sportelli specialistici delle attività produttive hanno risposto direttamente, per l’altra metà sono state necessarie ricerche e contatti con la struttura tecnica commissariale e con servizi ed enti esterni alla Regione (tempi massimi di risposta 15 giorni, salvo eccezioni per lo più dovute alla delicatezza delle questioni poste).

Per quanto riguarda i mezzi utilizzati per contattare l’Urp, il telefono continua ad essere lo strumento preferito dal 70% dei cittadini mentre l’uso della posta elettronica avviene nel restante 30% dei casi.

Nel corso del 2013 l’Urp ha, in generale, previsto nuovi servizi online per i cittadini, come ad esempio quello delle informazioni via sms (che consente di ricevere messaggi tra 5 settori dell’attività regionale: formazione, scuola e università, concorsi della regione, casa, imprese) o le risposte alle domande più frequenti tramite una mappa georeferenziata che indica degli sportelli territoriali dedicati ai diversi settori di interesse.

“Continuiamo a investire sulle nuove tecnologie e a cercare soluzioni per aumentare l’accessibilità e garantire la trasparenza dell’amministrazione regionale – sottolinea l’assessore all’Organizzazione Donatella Bortolazzi – sempre lavorando però anche per non escludere chi non possiede competenze tecnologiche. Gran parte di ciò che la Regione fa è a disposizione di tutti tramite la rete ma l’Urp, a cui va il mio ringraziamento per la professionalità, continuerà anche a svolgere la funzione basilare di accompagnamento dei cittadini per dare loro informazioni e suggerire percorsi ai quali non saprebbero altrimenti come accedere”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi