COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Il 4 Marzo 2015 a Ferrara si è costituito il sindacato ambulanti provinciale della FIVA Confcommercio

Il 4 Marzo 2015 a Ferrara si è costituito il sindacato ambulanti provinciale della FIVA Confcommercio

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Ascom Ferrara

 

“Oggi si amplia ulteriormente il ventaglio delle categorie professionali rappresentate. Il nostro è un lavoro per lo sviluppo e per il bene di tutta la città, e le nostre proposte vanno proprio in questa direzione perchè ogni categoria professionale deve sapersi rinnovare ed innovare”. Con queste parole il presidente provinciale di Ascom Confcommercio Giulio Felloni è intervenuto oggi pomeriggio all’Accademia del Gusto (mercoledì 4 marzo) alla costituzione ufficiale – in provincia di Ferrara – del sindacato ambulanti di Confcommercio, FIVA (Federazione Italiana Venditori Ambulanti), composto già localmente da un centinaio di associati.

Il consiglio provinciale risulta così composto dopo le elezioni: Alessandro Ceragioli (presidente, Ferrara), Mario Benin (Ferrara), Michele Farinelli (Copparo), Guido Franceschini (Cento), Leonardo Iori (Portomaggiore) e Mario Mariani (Comacchio). A svolgere il ruolo di presidente per il prossimo quinquennio sarà appunto Ceragioli che dichiara soddisfatto: “Si è costituito anche qui a Ferrara il sindacato provinciale della Fiva che è il sindacato ambulanti più significativo e rappresentativo del mondo del commmercio su area pubblica a livello nazionale. Ovviamente porteremo le ragioni dei nostri associati su tutto il territorio e ci rapporteremo con tutte le Amministrazioni comunali. Siamo disponibili con ANVA Confesercenti a svolgere le consultazioni in materia di commercio ambulante che saranno via via convocate dall’Amministrazione ferrarese e dagli altri Comuni della provincia. Al nostro fianco – prosegue Ceragioli – sarà Annamaria Beckers di Confcommercio che è una delle maggiori esperte di ambulantato a livello regionale. Il nostro obiettivo è quello di realizzare una decisa riqualificazione del mercato del venerdì, liberando il Listone ed individuando come ipotesi alternativa – assolutamente percorribile e fattibile – l’asse Porta Reno e Piazza Travaglio come peraltro ipotizzato dallo stesso Serra e prima ancora dal sindaco Tagliani. In questo modo il mercato rimarrà nel cuore della città a tutto vantaggio degli operatori, di tutti gli operatori, e dei consumatori e nello stesso tempo valorizzando appieno la piazza Trento Trieste, il nostro Listone, appena recuperata” conclude Ceragioli.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi