COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Il carcere di Ferrara al festival di Internazionale

Il carcere di Ferrara al festival di Internazionale

Tempo di lettura: 4 minuti

Due giornate di apertura della Casa Circondariale “Costantino Satta” di Ferrara alla cittadinanza

Nell’ambito del programma ufficiale del festival Internazionale a Ferrara, i cancelli del carcere di Ferrara si apriranno alla cittadinanza per diffondere il lavoro culturale che viene svolto al suo interno.
Di quanto avviene all’interno delle mura delle carceri sappiamo poco. Per larga parte della società libera, il carcere rappresenta semplicemente un deterrente. In pochi vedono la finalità trattamentale di questo luogo, le opportunità che può offrire a chi vi è destinato. L’ottica con cui ci si volge a queste persone è per lo più assistenziale, di supporto, legata in qualche modo ad un senso di carità. In realtà, in condizione ristretta si trovano anche persone dalle potenzialità inespresse, abilità e sensibilità che per ragioni sovente del tutto fortuite non sono riuscite ad esprimersi a pieno. Concedersi di percepire il detenuto in questa maniera significa per la società iniziare a riappropriarsi di risorse umane utili per il suo funzionamento. Il benessere dei detenuti serve innanzitutto a chi sta fuori.
Il 5 ottobre sarà il turno della redazione dell’Astrolabio, a fare da contenitore con l’iniziativa “LA CITTÀ INCONTRA IL CARCERE” il cui scopo è di far conoscere alcune fra le diverse attività formative in atto all’interno dell’istituto penitenziario.
Il 6 ottobre toccherà alla cooperativa Teatro Nucleo, che forte dell’esperienza al Teatro Comunale, riallestirà con nuovi attori ed in un nuovo spazio, “ASCESA E CADUTA DEGLI UBU” tratto da Ubu Roi di Alfred Jarry.
Per entrambe le giornate è necessario prenotarsi rigorosamente entro il 5 settembre agli indirizzi di posta elettronica indicati di seguito, specificando: nome e cognome, luogo e data di nascita ed allegando la scansione della carta di identità.
Il programma delle due giornate è il seguente:
5 ottobre – La città incontra il carcere
Ore 18:00 – 18:30 Visita alla mostra di pittura e alla mostra fotografica
I quadri e le fotografie sono stati realizzati dai detenuti nell’ambito dei laboratori attivati all’interno della Casa Circondariale. Il pubblico sarà accompagnato dagli operatori e dai referenti delle attività artistiche che illustreranno le opere esposte. Alcuni detenuti saranno presenti all’iniziativa.
Ore 18:30 – 20:00 Incontro con il comitato di redazione di Astrolabio
Il comitato di redazione, composto da persone detenute e da un curatore, incontrerà i giornalisti ed i cittadini per un confronto sul tema della comunicazione. Astrolabio, il giornale del carcere, come tanti altri progetti di valenza sociale, è finanziato dal Comune di Ferrara attraverso le risorse del fondo sociale regionale.
Per partecipare alla giornata del 5 ottobre occorre inviare una mail a: info@giornaleastrolabio.it
6 ottobre – Ascesa e caduta degli UBU
Ore 20:30 Spettacolo della compagnia dei detenuti attori
Dopo l’esperienza fatta al Teatro Comunale di Ferrara, la compagnia porta lo spettacolo all’interno della sala che ospita le prove durante il corso dell’intero anno. Con nuovi attori ed una scenografia tagliata su misura, lo spettacolo verrà presentato con aumentate consapevolezze, grazie alle osservazioni introiettate dopo l’ultima replica. Giocato in casa questa volta, propone un rapporto più stretto con lo spettatore, ritagliando all’interno dell’istituto di pena una stanza che per un’ora vivrà in un altro tempo ed in un altro spazio.
Per partecipare alla giornata del 6 ottobre occorre inviare una mail a: teatroccferrara@gmail.com
Maggiori informazioni si possono trovare alle rispettive pagine web:
www.teatronucleo.org – www.giornaleastrolabio.it

Da: Uffici stampa Astrolabio; Teatro Nucleo

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi