Home > PARTITI & DINTORNI > Il carcere di Ferrara scoppia, Salvini: “il PD di Bonaccini pensa a cancellare i decreti sicurezza, noi ci preoccupiamo della polizia penitenziaria”

Il carcere di Ferrara scoppia, Salvini: “il PD di Bonaccini pensa a cancellare i decreti sicurezza, noi ci preoccupiamo della polizia penitenziaria”

salvini-stermini
Tempo di lettura: < 1 minuto

Da: Ufficio Stampa Gruppo Lega Emilia Romagna

Il carcere di Ferrara è sovraffollato: a fronte di una capienza regolamentare di 250 persone, nella struttura ci sono circa 355 detenuti.

“Sovraffollamento di detenuti e problemi in aumento per la Polizia Penitenziaria nel carcere di Parma, condizioni allucinanti per chi lavora in quello di Reggio Emilia, difficoltà e problemi in tutte le altre case circondariali della regione a partire da Ravenna, Rimini, Modena dove alcuni agenti sono stati aggrediti. Le galere italiane sono indecenti, soprattutto per le donne e gli uomini in divisa. Il carcere di Reggio Emilia, che ho visitato, andrebbe chiuso. In tutta l’Emilia-Romagna ci sono circa 3.800 detenuti di cui più di 1.900 stranieri. La Lega ha lavorato e lavorerà per far scontare la pena ai detenuti stranieri nel Paese d’origine ed è al fianco della Polizia Penitenziaria. Il Pd di Bonaccini, invece, pensa a smontare i Decreti sicurezza, a schedare le Forze dell’Ordine e a spalancare i porti”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi