Home > COMUNICATI STAMPA > Il filosofo di Google a Unife

Il filosofo di Google a Unife

Tempo di lettura: 3 minuti

da: ufficio Comunicazione ed Eventi Unife

Come sta cambiando l’infosfera, ovvero il mondo fatto di informazioni nel quale siamo sempre più immersi, anche inconsapevolmente, con le attuali tecnologie della comunicazione?

Che cos’è l’informazione transdiegetica e perché è importante?

E ancora: qual è l’apporto delle nuove frontiere della ricerca filosofica applicata all’evoluzione dei media, con particolare riferimento alla tutela dei dati sensibili e ai diritti della persona?

Domande complesse, che non possono non diventare questioni di interesse collettivo, quando si toccano corde quali l’etica dell’informazione e il diritto all’oblio, con implicazioni che rischiano inevitabilmente di invadere la sfera individuale, anche in maniera autoritativa.

Di questo, e non solo, ne parlerà a Unife domani giovedì 9 ottobre, alle ore 16.30 nell’Auditorium di S. Lucia (via Ariosto,35), con Luciano Floridi, Ordinario di Filosofia e Etica dell’Informazione dell’Università di Oxford, nonché membro accreditato dell’Advisory Council di Google sul diritto all’oblio, con la Lectio Magistralis sul tema “L’informazione transdiegetica. Che cos’è e perché è importante”.

Utilizzando concetti e termini propri della cinematografia e del game design, Floridi presenterà la tesi che le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione stanno cancellando il classico confine tra informazione diegetica e non-diegetica, a favore di una transdiegetizzazione dell’infosfera.

Così afferma Floridi: “Siamo oramai entrati nella quarta rivoluzione scientifica, dopo quelle segnate dalle scoperte di Copernico, Darwin e Freud. L’informazione è una delle poche risorse non solo rinnovabili, bensì utilizzabili per fini diversi, in continua espansione e pervasiva di ogni attività umana. Anche per questo, viviamo sempre più in un mondo fatto di informazioni definito infosfera. Nell’ infosfera, condividiamo la realtà, non importa se virtuale o reale, con molti altri agenti, sia animali, sia artificiali. Da soggetti individuali intesi in senso classico, siamo diventati organismi informazionali interconnessi: organismi-informazioni, nodi di una rete che sopravvivono e prosperano solamente grazie alle informazioni di cui possono usufruire”.

“Siamo inforganismi che vivono onlife – specifica ulteriormente Floridi – e il concetto di transdiegetizzazione dell’infosfera è una della chiavi per capire come si stanno sovvertendo e annullando le tradizionali categorie e distinzioni dell’informazione”.

Con molteplici esempi tratti dalla vita di tutti i giorni, Floridi ci guiderà nell’acquisizione di questi nuovi concetti, per fornirci strumenti innovativi di riflessione e interpretazione di una delle più importanti rivoluzioni del sistema di comunicazione contemporanea.

L’iniziativa, organizzata all’interno di Unife da Marcello D’Agostino, Ordinario del Dipartimento di Economia e management, e da Matteo D’Alfonso, ricercatore del Dipartimento di Studi umanistici, nell’ambito della Laurea Magistrale interateneo in Filosofia delle Università di Parma, Ferrara e Modena-Reggio Emilia, in collaborazione con il Master in Giornalismo e Comunicazione Istituzionale della Scienza e con il Se@ – Centro di tecnologie per la comunicazione, l’innovazione e la didattica a distanza, è aperta alla comunità accademica e a tutta la città e verrà trasmessa anche in diretta streaming sul sito http://seatv.unife.it

Spazio aperto per domande e approfondimenti.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi