Home > COMUNICATI STAMPA > Il Furioso e la fascinazione delle parola a Ferrara Off

Il Furioso e la fascinazione delle parola a Ferrara Off

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Ferrara Off

Spettacolo e laboratorio di narrazione: doppio appuntamento con il cantastorie Enrico Messina

Un weekend dedicato al Furioso e alla fascinazione della parola. Sabato 26 e domenica 27 novembre sarà ospite del teatro Ferrara Off il ‘cantastorie’ Enrico Messina: sabato alle 21 con lo spettacolo ‘Orlando furiosamente solo rotolando’ e domenica – dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17 – con il laboratorio di narrazione ‘Il racconto degli indistinti confini’.
«L’obiettivo è riscoprire il piacere della fabulazione, il senso di ascoltare delle storie e di ascoltarle assieme ad altri – spiega l’attore -. Per questo porterò in scena un lavoro ispirato all’Orlando di Ludovico Ariosto, che proprio dall’arte del cantastorie prese linfa per diventare alta letteratura, intrecciando a questa fonte il travolgente racconto che ne fece Italo Calvino insieme ad altre immagini tratte dai suoi libri, come ‘Il cavaliere inesistente’».
Lo spettacolo, prodotto da Armamaxa, è tratto da ‘Hruoldlandus Liberata Rotolata Medievale’, adattamento realizzato dallo stesso Messina assieme ad Alberto Nicolino. Sul palco una tromba e uno sgabello: non servirà altro per raccontare le vicende dei paladini di Carlo Magno e dei terribili saraceni. L’allestimento essenziale accompagnerà la ricchezza e il colore delle immagini evocate, gremite di cavalieri e dame, duelli, armature, destrieri, palazzi, accampamenti e incanti. Un vortice di battaglie e inseguimenti mosso dal motore della passione, vera o presunta, per una donna o un ideale. Storie senza tempo di uomini di ogni tempo, in cui tutto è paradosso, iperbole, esasperazione. I canti e le ottave prenderanno nuova vita, un po’tradite, un po’ricordate, rielaborate oppure completamente reinventate, tra guizzi di fulminante umorismo e momenti di grande intensità, dove si mescoleranno origini, tradizioni e dialetti.
«Raccontare storie per l’essere umano è una necessità antica e profonda, è insieme creazione e riconoscimento, costruzione e condivisione di identità» sottolinea Messina, che invita a partecipare al laboratorio di domenica tutte le persone interessate ad esercitare l’immaginazione. “Affronteremo gli ‘indistinti confini che separano il divino e l’umano’. Così Italo Calvino descriveva le ‘Metamorfosi’ di Ovidio, testo che utilizzeremo come punto di partenza per realizzare brevi racconti. Ognuno sceglierà la storia che sente maggiormente vicina alla propria esperienza e sensibilità personale, la esporrà sinteticamente e da lì si comincerà a lavorare sulle immagini, sulla loro forza visionaria, sulla soglia poetica che riescono a restituire”. Dalla scrittura si passerà all’uso della voce e alle possibilità espressive del corpo, per definire una partitura fisica da connettere a quella narrativa.
Ingresso allo spettacolo ‘Orlando furiosamente solo rotolando’: 8 euro per i soci Ferrara Off, 5 euro gli under 20, 10 euro i non soci (comprensivi di tessera associativa).
Al laboratorio ‘Il racconto degli indistinti confini’ possono iscriversi massimo 10 partecipanti; è richiesta una quota di iscrizione di 40 euro per i soci Ferrara Off, 50 euro per i non soci (comprensivi di tessera associativa).

Per informazioni e iscrizioni scrivere a info@ferraraoff.it oppure telefonando al numero 3336282360.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi