Home > IMMAGINARIO - La foto della settimana > Il mondo vuole vestire ‘pulito’

Il mondo vuole vestire ‘pulito’

tessile
Tempo di lettura: < 1 minuto

In pochi lo sanno, ma l’abbigliamento ad oggi è il settore che genera il maggiore impatto negativo sull’ambiente, sia a livello di produzione (colori e tinte), sia a livello di coltivazione delle fibre (utilizzo enorme di acqua), sia a livello di rifiuti: negli ultimi quindici anni la quantità di rifiuti tessili è cresciuta in maniera esponenziale, milioni di tonnellate gli scarti prodotti ogni anno.

E’ per questo che negli ultimi anni sono cresciute le campagne organizzate a livello mondiale come “Detox” [vedi], “Abiti puliti” [vedi] e il “Fashion Revolution Day” [vedi] con l’intento di chiedere una produzione senza l’uso di sostanze tossiche, una riforma sistematica della catena delle forniture nel campo della moda e maggiori garanzie per le condizioni di lavoro e sicurezza dei fornitori.

Diversi marchi hanno già aderito ed è di questi giorni la notizia che venti aziende del distretto di Prato, il più grande distretto tessile d’Europa, hanno sottoscritto contemporaneamente l’impegno Detox di Greenpeace, lo standard più elevato per una produzione senza sostanze tossiche nel settore della moda. [leggi].

L’impegno etico del settore della moda è ormai imprescindibile: il mondo vuole vestire ‘pulito’.

Ti potrebbe interessare:
4 leggi di iniziativa popolare per cambiare la Politica Ambientale in Regione:
dal 1 aprile si raccolgono le firme nelle piazze.
il treno di margherita binario
Dalla tavola rotonda Cargofer:
“Un binario ecologico per ridurre l’impatto ambientale del traffico merci”
COSTRUIRE L’EUROPA POLITICA
per una democrazia basata sul benessere e la giustizia sociale
LA MODA AL TEMPO DEL LOCKDOWN

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi