Home > COMUNICATI STAMPA > Il patrimonio dell’Archivio di Stato di Ferrara cresce: L’acquisto dell’Archivio della famiglia Frizzi (XVII-XIX)

Il patrimonio dell’Archivio di Stato di Ferrara cresce: L’acquisto dell’Archivio della famiglia Frizzi (XVII-XIX)

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Archivio di Stato di Ferrara

La notevole attività del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale degli Archivi nella salvaguardia del patrimonio documentario italiano ha portato pochi mesi fa all’acquisto dello straordinario archivio della Famiglia Frizzi, che comprende anche un cospicuo nucleo di materiali di studio e componimenti dello storico, poeta, erudito e archivista Antonio Frizzi.
Considerato una delle figure più illustri del Settecento ferrarese, in amicizia con personaggi della levatura di Vincenzo Monti, l’Antonio Frizzi che emerge dalla documentazione consegnata a questo Archivio di Stato non è solo l’autore delle “Memorie per la storia di Ferrara” in cinque volumi, o l’attento osservatore della cosa pubblica, ma anche il giocoso e ironico compositore della Salameide e di sonetti ancora scarsamente studiati.

Per presentare alla cittadinanza il frutto dell’impegno anche economico del Ministero, nell’occasione della “Domenica di Carta” l’Archivio di Stato offre una giornata in cui saranno ripercorse, attraverso la comunicazione della dott.ssa Vancini della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica per l’Emilia Romagna, le tappe che hanno portato alla splendida acquisizione di queste carte dal circuito antiquario, restituendole alla città di Ferrara.L’arch. Cristina Sanguineti, direttore dell’Archivio di Stato di Ferrara, compiendo un excursus fra le carte che compongono il fondo, ne evidenzierà elementi peculiari e curiosità in grado di gettare luce circa l’attività di una famiglia presente sulla scena pubblica ferrarese dalla fine del Seicento alla prima metà del secolo XIX.Infine, il dott. Colombo, dell’Università di Trento, contestualizzerà la figura di Antonio Frizzi all’interno dell’ambito storico e del contesto letterario. Gli interventi saranno intervallati e animati dalla lettura,da parte di studenti del Liceo Ariosto,di alcuni dei sonetti manoscritti presenti nel fondo. Per l’occasione saranno inoltre esposte le “Note alla Salameide” di Antonio Frizzi.

Programma della giornata

– Dott.ssa Loretta Vancini
Il mercato antiquario e l’attività della Soprintendenza. L’acquisto dell’archivio Frizzi

– Arch. Cristina Sanguineti
“Raccolta” o “archivio” Frizzi? Una necessaria ricerca fra persone e fatti in carte ferraresi dei secoli XVII-XIX

– Dott. Paolo Colombo
Antonio Frizzi tra erudizione e letteratura

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi