Home > COMUNICATI STAMPA > Il pianoforte raffinato di Emanuel Ax

Il pianoforte raffinato di Emanuel Ax

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Ferrara Musica

Martedì 5 marzo – Teatro Comunale “Claudio Abbado”, ore 20.30 – continua nella stagione di Ferrara Musica la rassegna dedicata al pianoforte, con il concerto di Emanuel Ax.
Americano di origine ucraina, interprete raffinato e di grande espressività, Ax è un artista davvero multiforme, da decenni uno degli interpreti più in vista nel firmamento internazionale del pianoforte. Si affaccia alla carriera concertistica nel 1974, vincendo la prima edizione dell’Arthur Rubinstein International Piano Competition di Tel Aviv. Nel 1979 viene premiato con l’Avery Fisher Prize, il più importante riconoscimento americano per la musica classica. Il suo percorso artistico si lega poi indissolubilmente alla collaborazione con musicisti del calibro di Isaac Stern, Yo-Yo Ma, James Laredo, Richard Stoltzman. La forte presenza nella musica da camera è solo uno degli aspetti della sua eccezionale parabola artistica. Insegna alla Juilliard School di New York, anima festival e iniziative. Continua a contribuire molto anche allo sviluppo del repertorio contemporaneo. La sua ricca discografia è stata premiata con ben sette Grammy Awards – ha ricevuto altre undici nomination – e con un Echo Klassik Musikpreis.
Il programma del recital, tutto all’insegna della miniatura, comincia con una netta impronta romantica per spingersi al primo Novecento e poi fino ai giorni nostri. Il viaggio musicale di Ax nella prima parte metterà a confronto l’impeto focoso delle due Rapsodie op. 79 di Johannes Brahms con la gioia e il dolore degli otto Phantasiestücke di Robert Schumann. Nella seconda, presenterà la raccolta dei Valses nobles et sentimentales di Maurice Ravel, chiudendo con un tributo all’amato Fryderyk Chopin, suo compositore d’elezione, con il Notturno op. 62 n. 1, le Tre Mazurche op. 50 e l’Andante spianato e la Grande polacca brillante. In mezzo, spazio anche per un autore contemporaneo, il britannico Sir George Benjamin, del quale Ax proporrà le dieci piccole Piano Figures, composte nel 2004.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi