Home > COMUNICATI STAMPA > Il presidente della Cna sui dati economici di Ferrara

Il presidente della Cna sui dati economici di Ferrara

Tempo di lettura: 2 minuti

Da Ufficio stampa

Indispensabile, secondo il presidente della Cna Bellotti, un grande piano di manutenzione straordinaria del territorio. CNA chiede l’ingresso in Sipro di privati e Associazioni imprenditoriali
La ripresa deve puntare sulla qualità
In riferimento ai dati dell’Osservatorio economico della Camera di Commercio relativi al secondo trimestre 2017, il presidente provinciale della Cna, DAVIDE BELLOTTI, ha rilasciato la seguente dichiarazione.
“I dati dell’Osservatorio economico confermano che la ripresa c’è, e finalmente riguarda anche l’artigianato e le piccole e medie imprese ferraresi; ne sta beneficiando complessivamente l’economia del nostro territorio, coinvolgendo il manifatturiero, mentre maggiori difficoltà mostra ancora il settore dell’edilizia. Una tendenza alla crescita, che va però, a mio parere, decisamente sostenuta, alimentando e rafforzando i segnali di ripresa attraverso politiche mirate di sostegno alle imprese, che si stanno rialzando da un lungo e difficile periodo di difficoltà, e provvedimenti di medio e lungo periodo”.
“Occorre che le politiche di sviluppo locale prevedano una forte connessione tra Ferrara, il Delta e l’Alto ferrarese, senza tralasciare le altre zone, affinché la crescita investa in modo diffuso il complesso delle struttura economica e imprenditoriale, producendo benefici sulle diverse aree della provincia. Ma, quello che serve è, soprattutto, un piano complessivo di manutenzione straordinaria del territorio, dalle infrastrutture agli edifici pubblici, perché la ripresa deve puntare sulla qualità”.
“Per entrare più nel merito delle politiche locali, oltre al tema della qualità, che è essenziale, va posta forte attenzione ai contenuti, che debbono sicuramente puntare sul complesso di valori ed eccellenze del nostro territorio: turismo, cultura, tipicità agroalimentari, ecc. Oltre a questo due sono i terreni che Cna considera essenziali, per una crescita che veda protagonista l’artigianato e le pmi: un impegno forte e coerente degli istituzioni locali sul versante della semplificazione burocratica  e la riduzione della  pressione fiscale sulle imprese, con particolare attenzione alle neo imprese giovanili”.
“Infine, chiederemo formalmente una riflessione sugli strumenti di promozione economica pubblici: in particolare, per quanto riguarda Sipro, ci sembra sia più che matura una modifica dell’assetto societario, con l’ingresso – già da ora – di privati e delle Associazioni imprenditoriali all’interno della compagine”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi