Home > COMUNICATI STAMPA > Inaugurata a Palazzo Bellini la mostra “Frammenti di realtà” di Lello Cestari e Guglielmo Darbo

Inaugurata a Palazzo Bellini la mostra “Frammenti di realtà” di Lello Cestari e Guglielmo Darbo

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Comune di Comacchio

Inaugurando a Palazzo Bellini la mostra “Frammenti di realtà” di Lello Cestari e Guglielmo Darbo, questa mattina il Sindaco Marco Fabbri, dopo aver ringraziato “gli artisti e l’Ascom, che ha creduto nel percorso con cui si apre una primavera non stop di iniziative per tutti”, ha congiuntamente elogiato i tanti volontari comacchiesi, impegnati come ciceroni, nelle giornate del FAI di Primavera. L’Assessore alla Cultura Alice Carli ha esteso i ringraziamenti a Massimo Cestari per aver condiviso con l’Amministrazione Comunale gli intensi lavori preparatori di allestimento della mostra, visitabile con ingresso gratuito sino al 27 aprile prossimo. “Sono felicissima di ospitare Lello e Guglielmo, due artisti del territorio del delta, – ha commentato l’assessore Carli – e auspico che il percorso intrapreso possa durare e consolidarsi nel tempo.” Presenti all’inaugurazione anche il Vice Sindaco Denis Fantinuoli, l’Assessore al turismo Sergio Provasi, l’Assessore provinciale Davide Bellotti, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Comacchio Luca Nozza, il Comandante del N.O.R.M. di Comacchio, Tenente Andrea Coppi, il funzionario ed il presidente dell’Ascom Dario Rondina e Gianfranco Vitali, oltre ad un pubblico numeroso. Laura Ruffoni, funzionaria del Servizio Cultura ha descritto il percorso espositivo, sottolineando che “ l’attenzione verso i particolari, i frammenti della realtà e l’atmosfera lirica sono gli aspetti che accomunano due artisti profondamente diversi tra loro.” La mostra persegue anche l’obiettivo di allacciare “un dialogo piacevolissimo ed inedito tra pittori dallo stile opposto – come ha precisato Ruffoni – l’uno, Darbo, informale, capace di creare geografie interiori e parziali della realtà rielaborata e l’altro, Lello, iper realista virtuoso, un fiammingo moderno, che attraverso la luce mette a fuoco un particolare, dando forma alla realtà circostante.” All’inaugurazione erano presenti anche gli artisti, che hanno ringraziato l’Amministrazione Comunale per gli spazi espositivi e per l’opportunità loro concessa.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi