Home > COMUNICATI STAMPA > Inaugurato ieri il rinnovato centro di aggregazione Circauncentro di Comacchio

Inaugurato ieri il rinnovato centro di aggregazione Circauncentro di Comacchio

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Comune di Comacchio

Festa grande lunedì pomeriggio per il taglio del nastro del rinnovato centro di aggregazione per adolescenti “CIRCAUNCENTRO” di Via Mercanti 45. Dopo un lavoro durato un paio di mesi, con il coinvolgimento degli adolescenti che la frequentano, l’Assessore alla Pubblica Istruzione Alice Carli ha inaugurato la struttura, in concomitanza con il suo 16° compleanno. “Circauncentro” accoglie adolescenti dagli 11 ai 18 anni e “grazie all’impegno e al sostegno dell’Amministrazione Comunale – ha commentato Arianna Meletti della cooperativa Girogirotondo -, sono stati rinnovati i locali. Con l’aiuto dell’artista Sonia Avellino – ha aggiunto la referente della Girogirotondo -, sono stati impiegati materiali di recupero, per arredare al meglio il centro.” La struttura è aperta dal lunedì al venerdì, dalle ore 14.30 alle ore 16.30 e svolge attività di affiancamento agli alunni per il recupero scolastico, mentre nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16.30 alle ore 18.30 promuove attività ricreative di aggregazione per gli adolescenti, in rete con altre associazioni del territorio. Presenti all’inaugurazione anche Carla Carli e Roberta Fogli, rispettivamente direttore e presidente della cooperativa sociale “Girogirotondo” (ente gestore), Patrizia Buzzi, responsabile del Servizio Pubblica Istruzione ed Alice Carli, assessore alla Pubblica Istruzione. “Mi rallegro per il bel lavoro svolto dai ragazzi e da Sonia, che li ha coordinati – ha commentato l’Assessore Carli -, insegnando loro anche il valore del recupero dei materiali e del riciclo, nel rispetto dell’ambiente. E’ uno spazio magnifico, tirato a lucido. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato.” Entusiasta, l’artista Sonia Avellino ha mostrato alcune delle opere realizzate dai ragazzi con tappi, bottiglie e altri oggetti in plastica. “Con qualunque cosa si può creare dal nulla e ai ragazzi ho voluto far capire – ha spiegato Sonia Avellino -, che se con la plastica si possono realizzare opere d’arte, possiamo anche trasformare noi stessi in persone migliori, capaci di sviluppare la creatività nel rispetto dell’ambiente circostante.”

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi