Home > COMUNICATI STAMPA > Incontri Cna con i candidati a sindaco del copparese

Incontri Cna con i candidati a sindaco del copparese

Da: Organizzatori
Le priorità di Cna per i Comuni del copparese che vanno al voto

Il Presidente di Cna Area Copparo Paolo Mazzini e il Presidente provinciale Davide Bellotti hanno illustrato in conferenza stampa le principali richieste avanzate ai candidati sindaci

“Bisogna favorire l’attività di impresa perché è il centro dello sviluppo economico e sociale di ogni territorio” Con questo spirito la Cna dell’Area di Copparo ha incontrato i candidati a sindaco dei Comuni che vanno al voto il 26 maggio. “Dove c’è un tessuto imprenditoriale forte – spiega il Presidente Paolo Mazzini – c’è anche un tessuto sociale forte, e le città e i paesi hanno una buona qualità della vita”.

“La strategia di Cna è chiara ed è coerente su tutto il territorio – spiega il Presidente provinciale Davide Bellotti – Noi chiediamo che le risorse che i Comuni hanno a disposizione vengano utilizzate per sostenere le imprese, favorire lo sviluppo e l’innovazione. Oggi le imprese chiedono alla politica una capacità di analisi e visione del futuro. Hanno bisogno di una progettualità di lungo termine su cui contare: questo è lo sforzo che Cna chiede alla politica e alle istituzioni”.

Da questi principi nascono le richieste e le priorità che Cna Area Copparo ha posto ai candidati sindaci.
“In primo luogo, bisogna ridurre il carico di burocrazia che investe le imprese, soprattutto quelle di nuovo insediamento. Poi – spiega Paolo Mazzini – bisogna creare una consulta permanente che permetta a Cna e alle altre associazioni di categoria di far sentire la propria voce quando si tratta di operare scelte cruciali per il territorio e la sua economia”.

La collaborazione tra Camera di Commercio e Comuni nella creazione di incentivi rivolti alle imprese (il bando multidisciplinare) ha avuto buoni risultati e va proseguita e potenziata.
Nel contempo, bisogna creare un canale di dialogo tra mondo dlela pcciola impresa e grande distribuzione: perché – si chiede Mazzini – i nostri artigiani non possono diventare fornitori della grande distribuzione sul territorio? La politica può muoversi in questa direzione?”

Sul versante delle infrastrutture: “bisogna completare la tangenziale est – dice Paolo Mazzini – e anche mettere mano a un piano di manutenzione della viabilità esistente. Il codice degli appalti e le norme introdotte per quest’anno dalla Legge di Bilancio (affidamento diretto degli appalti fino a 150mila euro, previo invito di tre operatori) permettono ai Comuni di coinvolgere prioritariamente le imprese locali”.

I comuni – conclude il Presidente di Cna Area Copparo – devono infine investire sulle aree produttive e artigianali, sul modello di quanto è stato fatto a Copparo nell’area Primicello: renderle convenienti per le imprese e operare per la loro sicurezza.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi