COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Incontro di Pepe Mujica con gli studenti a Bondeno

Incontro di Pepe Mujica con gli studenti a Bondeno

Da: Gruppo Lumi

Alle Scuole Superiori di Bondeno si è svolto un incontro davvero unico per stimolare gli studenti ad approcciarsi al mondo del lavoro con fiducia e speranza. In occasione del suo tour in Italia, è stato infatti protagonista della mattinata il senatore José Mujica, presidente dell’Uruguay dal 2010 al 2015. L’opportunità, per il Liceo Scientifico e l’IPSSC ‘G. Carducci’, è stata creata dal Gruppo Editoriale Lumi che, responsabile del viaggio del senatore attraverso incontri in diverse città, ha curato e pubblicato la prima traduzione italiana del libro ‘Una pecora nera al potere. José Mujica, la politica della gente’; è il ritratto di questa importante figura conosciuta in tutto il mondo, scritto dagli autori Andrés Danza ed Ernesto Tulbovitz che hanno accompagnato Mujica dall’Uruguay insieme alla moglie Lucia Topolansky, presente all’incontro in istituto.
Si è respirata una ventata di energia, portata dalle parole semplici e dirette di Pepe Mujica, che il Gruppo Lumi ha voluto presentare come modello esperto di ‘filosofia economica’ ai giovani studenti che si avviano ad essere uomini e che si affacciano sul mondo di domani.
Indicazioni semplici, ma dense di significato, quasi un testamento spirituale, non solo suo ma della sua generazione alle nuove generazioni, che trova il fulcro nell’invito a un impegno attivo di ‘lotta’ nella società e nella difesa del tempo libero, un tempo fondamentale per l’uomo di oggi, troppo spesso rapito dal desiderio di successo e dall’impegno lavorativo, ma altrettanto infelice o suicida. ‘Il tempo libero è una necessità’, apre il senatore Mujica; l’uomo deve difendere con forza questo spazio nel quale dedicarsi alle sue passioni, coltivare i suoi interessi e soprattutto curare le relazioni interpersonali e gli affetti familiari, via prediletta per raggiungere la felicità. La difficoltà per le nuove generazioni sta certamente in un mondo più complesso, in cui anche il lavoro è cambiato velocemente e profondamente e molto è destinato a cambiare ancora, anche per l’inserimento dei robot nei cicli produttivi, che però, sottolinea Mujica, non potranno mai sostituire l’uomo, che deve, proprio per questo, riscoprire, accanto a quello intellettuale, il lavoro manuale, artigianale e contadino. Accanto al personaggio internazionale di Pepe, Gabriele Manservisi, amministratore del Gruppo Lumi ha voluto accostare anche due esempi di spessore nel panorama imprenditoriale locale: Luciano Pollini, amministratore delegato di Gescad, azienda software e a.d. BIA, impresa del Cous Cous e Raffaele Vassalli, della Vassalli Bakering, professionista della panificazione. Sulla scia infatti del progetto Play Valley, che fornisce ad aspiranti imprenditori gli strumenti informativi necessari per avviare una start up, l’intento è stato quello di proporre agli studenti esempi positivi tratti dal mondo del lavoro, che possano dare consigli, raccontando la propria esperienza, fatta certo di fatica e sacrificio, ma anche di soddisfazione. Una iniezione di ottimismo in questo particolare momento storico, anche per il paese di Bondeno che proprio il 9 novembre ha visto attivare, da parte del Comune, il bando dedicato all’economia del territorio. Il radicamento alle proprie origini è stato richiamato da José Mujica, che da sempre vive con la moglie in una fattoria della periferia di Montevideo, piccolo centro di campagna dal quale egli, come vediamo, ha saputo nonostante tutto diventare ‘grande’. Si tratta di quel ‘localismo’ di cui si è ripreso a parlare non più come simbolo di chiusura, ma come termine volto a riaffermare l’importanza di valori basilari come la sobrietà e la passione per quello che si fa. La carica espressiva di questi concetti è massima se si pensa che non sono solo belle parole, ma vita vissuta di un uomo come Pepe che ha saputo andare controcorrente e rimanere fedele a se stesso nei diversi momenti della vita, come il testo di Una pecora nera al potere evidenzia in ogni suo tratto.
Di questi messaggi hanno potuto godere e probabilmente trarre frutto in primo luogo gli studenti, poi la Dirigente Scolastica Licia Piva, il Vice Sindaco di Bondeno, Simone Saletti, e l’Assessore alla Cultura, Francesca Aria Poltronieri che hanno voluto consegnare a nome dell’amministrazione l’opera realizzata dall’artista Gianni Cestari in occasione del sisma. Presenti anche Riccardo Bizzarri, sindaco di Masi Torello e Giovanni Sirotti, dirigente dell’ASD Pallamano Estense, organizzatori, con Manservisi, del tour del senatore Mujica.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi