solitudine

27 gennaio 1945: le truppe sovietiche aprono i cancelli di Auschwitz in Polonia. Con la legge n°211 del 2000, l’Italia lo ha dichiarato Giorno della Memoria. Liliana Segre, testimone e unica sopravvissuta della sua famiglia insieme ai nonni materni, ha affermato che “La madre di tutti gli orrori è l’indifferenza”.

Martin Niemoller

Martin Niemoller

Prima vennero per i comunisti,
e io non dissi nulla
perché non ero comunista.
Poi vennero per i socialdemocratici
e io non dissi nulla
perché non ero socialdemocratico
Poi vennero per i sindacalisti,
e io non dissi nulla
perché non ero sindacalista.
Poi vennero per gli ebrei,
e io non dissi nulla
perché non ero ebreo.
Poi vennero a prendere me.
E non era rimasto più nessuno che potesse dire qualcosa.

(Martin Niemöller)

Commenta

Ti potrebbe interessare:
L’orrore in prima visione
NOTA A MARGINE
La rimozione della morte e l’illusione dell’eterna giovinezza
PER CERTI VERSI
Vecchi ricordi
Mangiami!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi