Home > COMUNICATI STAMPA > ISS L. Einaudi prosegue le attività di ApertaMente ospitando Vittorio Marletto dell’Arape Emilia-Romagna, che terrà una conferenza intitolata: La crisi climatica

ISS L. Einaudi prosegue le attività di ApertaMente ospitando Vittorio Marletto dell’Arape Emilia-Romagna, che terrà una conferenza intitolata: La crisi climatica

Da: IIS L. Einaudi di Ferrara.

venerdì 21 Febbraio, ore 10,10-12,10,
Istituto L. Einaudi, Aula magna di via Savonarola n. 32, Ferrara

Prosegue, all’Istituto L. Einaudi di Ferrara, il ciclo degli incontri di “ApertaMente: l’officina del sapere”. Il settimo appuntamento degli eventi 2019-20 si terrà, infatti, venerdì 21 febbraio alle ore 10,10-12,10 nell’Aula magna sita in via Savonarola n. 32. Durante questo incontro la Scuola ospiterà Vittorio Marletto dell’Arpae Emilia-Romagna, che terrà una conferenza intitolata La crisi climatica: cause, conseguenze e possibili rimedi. Si tratta di un incontro finalizzato a comprendere il fenomeno del riscaldamento globale che stiamo attualmente sperimentando; un fenomeno che non è dovuto a cambiamenti planetari, così come è avvenuto per le passate mutazione del clima terrestre, ma che è invece imputabile all’attività antropica, cioè al modo con cui oggi gli esseri umani provvedono alla propria autoconservazione, in particolare per quanto riguarda la combustione di carbone, gas e petrolio, che ne sono la causa principale. Come farà vedere Marletto nella sua conferenza, alluvioni, siccità, ondate di calore, ovvero quelli che gli esperti chiamano eventi estremi, sono la conseguenza diretta del surriscaldamento globale. Si tratta di eventi che, così come dimostrato dalla ricerca scientifica, andranno incontro nei prossimi anni ad una intensificazione ed accelerazione se non si interverrà in tempi rapidi a contenere ed eliminare le loro cause. Coerentemente con questa esigenza “di fare presto”, nel suo intervento Marletto entrerà ampiamente nel merito delle azioni attraverso cui ridurre drasticamente le emissioni di anidride carbonica e degli altri gas serra; azioni tutte riconducibili alla rimodulazione di un nuovo sistema energetico, fatto di fonti rinnovabili, riduzione dei consumi, blocco della deforestazione e, più in generale, di comportamenti che riguardano tutti noi e la nostra vita quotidiana, come ad esempio il privilegiare la mobilità metropolitana pedonale, ciclabile e pubblica e, in occasione dei lunghi percorsi, preferire il treno all’areo.
Nel suo ruolo di dirigente responsabile del centro clima ARPAE dell’Emilia Romagna, sono anni che Vittorio Marletto opera a favore di una divulgazione di massa di questi temi, attraverso articoli, contributi scientifici e, soprattutto, attraverso le molteplici conferenze da lui tenute, che hanno coinvolto anche gli allievi delle scuole del territorio regionale. Un compito questo molto importante, poiché fare divulgazione nelle scuole significa sensibilizzare le giovani generazioni a tenere conto del problema ambientale e ad agire di conseguenza. Compito della Scuola non è infatti soltanto di istruire ma, coerentemente con i percorsi didattici di “Cittadinanza e costituzione” attivati recentemente dal MIUR, anche di educare i giovani ad essere cittadine e cittadini attivi e partecipi, consapevoli dei loro diritti e soprattutto dei loro doveri. La responsabilità verso l’ambiente è al primo posto tra questi doveri, perché da essa dipende non soltanto la conservazione delle innumerevoli specie che popolano la natura vegetale e animale, ma anche la vita della stessa specie a cui noi come umani apparteniamo.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi