Home > COMUNICATI STAMPA > ITALIA VIVA: Gli studenti di medicina vogliono lezioni in presenza, Unife deve rispondere seriamente

ITALIA VIVA: Gli studenti di medicina vogliono lezioni in presenza, Unife deve rispondere seriamente

Tempo di lettura: 2 minuti

 

“Gli studenti vogliono solo la possibilità psicologica di tornare in classe, ma poi spesso non vengono a lezione” questa è stata la risposta di Unife ha rivolto agli studenti e che si può leggere su una testata nazionale come Ilfattoquotidiano.it

A noi di Italia Viva Ferrara queste parole suonano non solo del tutto insufficienti davanti alle proteste degli studenti che stanno legittimamente sostenendo il loro diritto al rientro in presenza, ma anche piuttosto gravi nel minimizzare e liquidare un’esigenza così forte da parte delle nuove generazioni che sappiamo essere una delle fasce più colpite dalla pandemia.

Le lezioni dell’anno accademico 2021/2022 all’Università di Ferrara sono cominciate ormai da qualche settimana. Far ripartire una macchina così complessa e articolata, ferma da più di un anno, non è cosa semplice. Le direttive del MIUR chiedono agli atenei di riorganizzarsi per una didattica il più possibile in presenza, salvaguardando chi non ha la possibilità di seguire, attraverso lo streaming e le lezioni registrate. Diverse facoltà si sono organizzate dotando ciascuna aula degli strumenti informatici che consentono di tenere contemporaneamente la lezione in presenza e on-line, con relativa registrazione pubblicata e messa a disposizione degli studenti.

Ma la facoltà di medicina in particolare prosegue con la didattica a distanza e lezioni registrate.

Sappiamo che Unife è una realtà variegata ed eterogenea, ciascuna facoltà ha peculiarità specifiche e un certo grado di autonomia organizzativa che può aver generato delle disomogeneità, ma cos’è successo a Medicina? Cosa ha impedito anche a questa facoltà di trovare un equilibrio fra lezioni in presenza e in streaming?

Noi di Italia Viva Ferrara vogliamo che sia data agli studenti una risposta ferma e seria che li coinvolga in prima persona e che riconosca il valore dello straordinario capitale umano che rappresentano e che il bisogno dichiarato di un ritorno in presenza non venga trattato come uno sfizio.

Italia Viva Ferrara

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi