Home > COMUNICATI STAMPA > La Canocchia in festa a Porto Garibaldi ha portato in tavola oltre 4000 buongustai

La Canocchia in festa a Porto Garibaldi ha portato in tavola oltre 4000 buongustai

Tempo di lettura: 2 minuti

da: organizzatori

“Tutti gli anni proprio non possiamo fare a meno di ‘arricchire’ il programma della festa con un po’ di pioggia”. Chiusura bagnata ma con sorriso per la Sagra della Canocchia e della Seppia di Porto Garibaldi che – anche nella sesta edizione – non è riuscita nell’obiettivo di centrare l’en plein del doppio week end di bel tempo. “Dopo un fine settimana d’esordio alla grande, con tanto sole e tantissima gente – commenta Lorena Carli, presidente dell’associazione L’Alba, organizzatrice della kermesse – abbiamo purtroppo finito un po’ in sordina. Comunque, nonostante le previsioni meteo avverse e l’acquazzone fra mattinata ed inizio pomeriggio che hanno tenuto lontano il grande pubblico, chiudiamo stanchi ma nel complesso soddisfatti. Anche perché – prosegue la presidente – nel consuntivo di questa sesta edizione, insieme alle consolidate conferme non mancano i positivi riscontri per le molteplici novità e curiosità inserite nel programma”. Grande successo per lo stand gastronomico allestito di fronte al Mercato Ittico – con oltre quattromila ospiti nelle quattro giornate di apertura – così come per lo spettacolo piromusicale di sabato 21 sulla Darsena del PortoCanale. Ma gettonatissimi pure la “pedalata della canocchia”, andata in onda anche ieri nonostante il meteo avverso e gli spettacoli. “Fra i quali – ricorda ancora Lorena Carli – mi piace rimarcare quelli che hanno permesso una passerella di visibilità e valorizzazione ad altre realtà associative come la nostra”. Curiosità e buon riscontro infine anche per le visite guidate ai pescherecci, gli aperitivi musicali nel Parco di Villa Bellini e la preparazione ‘in diretta’ di gustosissimi assaggi di pescato nel maxipadellone della Festa dell’Ospitalità, andata in scena per ‘Meine Romagna’, l’evento per gli ospiti di lingua tedesca promosso in collaborazione con campeggi ed altre realtà locali dell’ospitalità, così come il percorso espositivo “mai come quest’anno – chiude la presidente dell’associazione L’Alba – affollato, attrattivo e ricco di curiosità”

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi